Febbraio duro? Ora lo è ancora di più!

Febbraio pazzerello, ma quest’anno sarà pazzerello più che mai per il Milan. Il calendario infatti fa registrare appuntamenti chiave per tutte e 3 le competizioni. L’inizio non proprio indimenticabile con la Lazio rende i prossimi 26 giorni ancora più duri: ora non si può sbagliare proprio più.

Domenica 5 febbraio, il piatto invece è quello forte della giornata, da consumarsi freddo. C’è un certo 3-1 da vendicare… A San Siro arriva il Napoli. Mercoledì 8 febbraio, fuoco alle polveri: Coppa Italia, semifinale di andata, ultima partita a San Siro di questa competizione, comunque vada. La partita è già nota, come anche la caccia ai biglietti: è Milan-Juventus. In palio la finale di Roma contro la vincente di Napoli-Siena. Il ritorno sarà giocato allo Juventus Stadium il 21 marzo.

Sabato 11 anticipo della 4^ giornata del girone di ritorno: Udinese-Milan. Occorrerà un blitz da professionisti per saccheggiare il Friuli, stadio dove finora in campionato non è passato nessuno. Mercoledì 15, festa dei single. Speriamo di vivere però emozioni da innamorati corrisposti. Torna la Champions, ottavi di andata: l’Arsenal ci attende, a San Siro. E con lei attende anche una certa vendetta, la quale non vede l’ora di essere consumata: ricordate lo 0-2 di Milan-Arsenal di martedì 4 marzo 2008, che ci sbatté fuori dalla Champions?

LEGGI ANCHE:  Milan-Origi, tutto fatto! Svelata la data delle visite mediche

Domenica 19 seconda trasferta consecutiva in campionato, e sempre contro una squadra bianconera: Cesena-Milan è la nuova occasione per gli uomini di Allegri di giocare sul sintetico, dopo il 3-0 rifilato al Novara. Poi si tira il fiato, un po’. 6 giorni e sabato 25 è di nuovo Milan-Juventus, 25^ di campionato. Un’altra V per vendetta da spuntare dopo il match dello Juventus Stadium…

E non c’ è solo quello: da questo match dipenderà molto dello scudetto 2012. In più va ricordato che il Milan giocherà tutti i match di campionato di questo mese dopo la Juve, con un peso psicologico non indifferente. Un febbraio davvero pazzerello, insomma, ma che speriamo non sia funesto.