Sei qui: Home » News » Uno avanza, l’altro cresce: auguri Mexes e Strasser!

Uno avanza, l’altro cresce: auguri Mexes e Strasser!

30 marzo 2012: Mexes e Strasser compiono gli anni. Due giovani rossoneri, il primo perchè è alla prima stagione nel Club più titolato al Mondo mentre il secondo perchè è un classe ’90. Due percorsi diversi tra di loro ma che trovano un punto in comune nell’avventura che i due giocatori stanno vivendo al Milan. Mexes, francese classe ’82, cerca la definitiva stagione della consacrazione in un grande claub; Strasser, ancora alle prime armi nel calcio che conta, cerca di trovare quella cotninuità che prima le scelte teniche e adesso gli infotuni gli hanno sempre tolto.

30 marzo 1982: a Tolosa, in Francia, nasce Philippe Mexes. Inizia a giocare nelle giovanile della cità natale, il Tolosa, finchè gli osservatori dell’Auxerre lo notano e decidono di portarlo nel loro settore giovanile. L’esordio in prima squadra in Ligue 1 avviene a soli 17 anni, nel 1999, mentre la prima apparizione in campo internazione avviene nel 2001, stagione che si concluderà con la vittoria della Coppa di Francia da parte dell’Auxerre. Nel 2004 la Roma, dopo aver ceduto Walter Samuel, è alla ricerca di un difensore centrale: Mexes viene scelto da Baldini e con la casacca giallorossa segna 15 gol in 267 partite. Poi qualcosa si inceppa, Mexes è in rotta con la dirigenza romana e Galliani lo porta, a parametro zero, a Milano. Fino ad oggi, 19 presenze di alto livello, come l’ultima, quella di mercoledì sera, a fermare Messi & Co. Bonne anniversarie Philippe!

30 marzo 1990: a Freetown, in Sierra Leona, nasce Rodney Strasser. I primi calci al pallone avvengono nella formazione del suo paese, in Kallon, fino al 2007 quando viene osservato e acquistato dal Milan. Viene aggregato alle formazioni del settore giovanile dove nel 2008 vince un campionato Berretti. Poi il salto in Primavera fino all’anno scorso, quando nel momento di massima emergenza a centrocampo Allegri lo lancia prima in Champions League nel match contro l’Auxerre e poi in campionato, a Cagliari. 27′ ed ecco il primo gol: Cassano inventa un assist per Strasser che, freddo come un pezzo di ghiaccio, calcia un destro chirurgico alle spalle del portiere cagliaritano: 0-1 Milan e altro tassello verso lo scudetto aggiunto. Quest’anno, prima viene girato al Lecce per poi essere richiamato a gennaio nel Milan. Un infortunio e il grande salto viene rimandanto. Happy birthday Rodney!

Due giocatori lontani tra di loro, uno con 30 anni sulle spalle e l’altro con 22 anni appena compiuti, ma con un obbiettivo un comune: dare una mano alla causa rossonera nella conquista dello scudetto. Una mano che Mexes sta già dando adesso con prestazione sontuose, l’ultima mercoledì sera a San Siro contro i marziani del Barcellona. Strasser, out dal 9 gennaio per una rottura del malleolo, adesso vede la luce. Adesso deve essere il loro momento, adesso bisogna mettere il turbo verso lo Scudetto.