Troppo belli per essere vincenti

Troppo belli per essere vincenti

Share on facebook
Share on whatsapp
Share on twitter
Share on linkedin

E poi ti accorgi di essere ad un passo, davvero piccolo, dal perdere uno scudetto che avevi già sentito tuo. Avete presente il mito di Narciso? Ovidio nelle Metamorfosi racconta che il giovane, per un incantesimo ordito da una dea, si invaghì talmente della sua bellezza da innamorarsi della sua immagine riflessa nelle acque di un fiume. La genesi di questo scudetto sembra la trasposizione della classicità al calcio.“Dopo l’anno scorso ci eravamo convinti di poter ripeterci facilmente lo aveva ammesso Thiago Silva, in maniera sincera, qualche mese fa.

La sufficienza dimostrata in partite cruciali come quella con la Fiorentina o con il Bologna, non può essere giustificata né da errori arbitrali, né tanto meno dalle assenze. Non si può giustificare la leggerezza di Van Bommel sul gol, quella di Bonera nel prendere due cartellini gialli consecutivi, quella di Seedorf nell’accendersi a sprazzi. E che dire di Zlatan Ibrahimovic che per una giornata sembra affetto da Robinhomania? Dei 24 gol fatti, indubbiamente, almeno la metà aveva un quoziente di difficoltà ben più arduo di quello sbagliato ieri dallo svedese sullo 0-0. Sembra assurdo…

Eppure è successo. Perfino “l’extraterrestre”, colui che più di tutti, a suon di prestazioni da capogiro ci ha fatto sentire in anticipo quello che probabilmente non saremo, è caduto in un tranello che ci siamo tesi noi stessi. Il numero 11 è sempre stato un’assicurazione scudetto per qualsiasi squadra, è il giocatore, manifestamente, più forte dell’intera serie A, ma questo non è bastato. Non sempre a vincere è il più forte. A volte succede che chi, da più lontano, insegue un sogno, in apparenza quasi impossibile, riesca a realizzarlo e invece chi, con mezzi ben più all’avanguardia, si fermi al palo, reo di esseri specchiato troppo nella propria bellezza. Così il Milan dei fuoriclasse, vedi lo stesso Ibra e Thiago Silva, rischia di cedere il passo e piegarsi. L’ultima, se non ultimissima, possibilità è rappresentata dalla Juve che, nelle ultime 5 giornate, potrebbe essere colpita dal medesimo problema. Sperando che il narcisismo sia contagioso, che gli dei del calcio siano con noi!

 

CONOSCI SPAZIOMILAN?

SpazioMilan è parte integrante del Nuovevoci Network di cui fanno parte Rompipallone.it, SpazioNapoli.it, SpazioInter.it e SpazioJ.it.

Con più di 4 milioni di follower sui social network il nostro progetto risulta uno dei più seguiti in Italia.

Le ultimissime

Seguici su Facebook

Preferenze privacy