Sei qui: Home » News » Valencia sconfitto, il Milan strizza l’occhio al ranking

Valencia sconfitto, il Milan strizza l’occhio al ranking

Non sono assolutamente brutte le notizie che arrivano dall’Europa League per il Milan, nella partita di ieri sera al Mestalla, tutt’altro, la squadra rossonera era spettatrice interessata della semifinale di ritorno tra Valencia ed Atletico Madrid. Perdendo, infatti, il Valencia non è riuscito a superare il Milan al 13° posto del ranking Uefa, permettendo  alla società milanese di non sprofondare ancora di più in classifica.

L’uno a zero patito in casa da Albelda e compagni contro l’Atletico Madrid ha impedito ai “pipistrelli” di guadagnare punteggio nel ranking,  gli uomini di Emery seguivano a poca distanza il Milan nella speciale classifica dei club europei ed un buon risultato in casa avrebbe assicurato il superamento proprio ai danni della società sette volte campione d’Europa.

Stante così la classifica, il Milan, per poter giocare come testa di serie la prossima Champions League, dovrà sperare che due tra Lione, Chelsea e Inter  non si qualifichino per la massima competizione continentale. La qualificazione del Lione appare difficile essendo quarta in classifica dietro l’ottimo Lille e gli irraggiungibili Psg e Montpellier. L’Inter è ancora in lotta, anche se una qualificazione sarebbe davvero un’impresa. Infine il Chelsea, sesto in campionato, potrebbe conquistare l’accesso diretto con la vittoria della finale in programma a Monaco il prossimo 19 Maggio.

LEGGI ANCHE:  Compagnoni non ha dubbi su Origi: "Un giocatore lo aiuterà tanto al Milan!"

Negli ultimi anni il Milan è arrivato alla fase a gironi tra le squadre della seconda fascia, in due anni la sfortuna ha consegnato al Milan, prima Real e poi Barcellona. A ben vedere i rossoneri si garantirebbero un girone iniziale senza dubbio più semplice, con la possibilità di concluderlo come prima ed avere un sorteggio abbordabile. Certo, parliamo per ipotesi, ma sarebbe bello tornare ad essere teste di serie, e il Valencia, in questo, ci ha facilitato.