Sei qui: Home » Calciomercato Milan » Il Faraone è tutto rossonero, Merkel al Genoa. Galliani: “Alex resterà un prodotto del nostro vivaio”

Il Faraone è tutto rossonero, Merkel al Genoa. Galliani: “Alex resterà un prodotto del nostro vivaio”

Per uno che va un altro che resta. Di cose in comune ne hanno molte: lo stesso anno di nascita il 1992, il doppio passaporto (il primo kazako-tedesco, il secondo italo-egiziano), la crescita in due dei più floridi vivai giovanili italiani, da gennaio a maggio hanno anche indossato la stessa maglia scendendo in campo insieme in Coppa Italia contro il Novara. Dall’estate scorsa i loro destini si sono intrecciati in maniera indissolubile imponendo alle due società proprietarie del loro cartellino una scelta.

Così Adriano Galliani ha deciso di trattenere Stephan El Shaarawy mentre Preziosi riporterà a Genova, dopo i 5 mesi milanesi, Alexander Merkel, uno dei pezzi da 90 dell’ultima Primavera rossonera e co-protagonista dello scudetto targato 2010-2011. La notizia era nell’aria da tempo, ieri è arrivata anche l’ufficialità con l’ad milanista che ha confermato: “El Shaarawy sarà del Milan, Merkel del Genoa al 100%”. L’accordo, secondo indiscrezioni, prevede il versamento di circa 6 milioni di euro nelle case genoane per il riscatto della seconda metà del cartellino del piccolo Faraone, mentre la metà del coetaneo centrocampista è stata valutata intorno ai 2,5 milioni di euro.

LEGGI ANCHE:  Dybala, il Milan attratto dall'argentino ma c'è un ostacolo

La società di Via Turati dimostra quindi di puntare forte sul talento del numero 92, tanto che, a conti fatti, l’operazione per fare di Milano la sua dimora fissa supera i 15 milioni di euro. 6 milioni lo scorso anno per averne la metà, la stessa cifra quest’anno per il riscatto completo ai quali dobbiamo aggiungere l’intero cartellino del sacrificato Merkel. Sarà El92 la carta vincente?