Cene luculliane per sceicchi indigesti: a cosa credere?

Il Psg, nemmeno dopo lo stop ufficiale alle trattative, sembra aver mollato definitivamente Thiago Silva. I contatti tra il club meneghino e quello parigino infatti continuano a tenere banco sulle tavole di alcuni noti ristoranti milanesi, nonostante le ormai molteplici smentite di rito. Per l’occasione si è mosso Al-Khelaifi in persona, pronto, si dice, a formulare una nuova maxi offerta per il brasiliano più ricercato del momento.

Lo sceicco proprietario del Psg, beccato qualche giorno fa da Giannino, punto di ritrovo per le cene d’affari rossonere, aveva un vicino di tavolo davvero illustre. Con Galliani a Forte dei Marmi la palla è passata ad Ariedo Braida che, forse non troppo casualmente, ha avuto l’occasione di scambiare quattro chiacchiere con il Presidente parigino. Nonostante le smentite del diretto interessato: “Sono in Italia per un evento di media, non per Thiago Silva” vista l’altisonante richiesta di Thiago Silva di aumento dell’ingaggio, la stessa società milanista potrebbe chiedere la riapertura delle danze.

LEGGI ANCHE:  Calciomercato Milan, svolta per Romagnoli: chiusura vicina!

Movimento anche per quanto riguarda la questione Zlatan Ibrahimovic. Per lui l’offerta ufficiale non è mai arrivata a destinazione ma, stando a sentire Raiola il futuro dello svedese non è per nulla certo. “Non metto la mano sul fuoco che resti” ha prontamente dichiarato qualche giorno fa l’agente. Che tra una portata e l’altra si sia parlato anche dell’attaccante dal perenne mal di pancia?