Milan, un brand... very strong (nonostante tutto)!

Milan, un brand… very strong (nonostante tutto)!

Share on facebook
Share on whatsapp
Share on twitter
Share on linkedin

Il valore del Brand del Milan è stato certificato dal più completo Studio mondiale sul tema: è in ascesa, più 7%, è il primo in Italia e nella Top ten mondo. Il rating del Milan, AA+, è il quinto al mondo, ben superiore a quello della stessa Serie A Tim. Milan numero uno in Italia e nella Top Ten a livello mondiale. Inter e Juventus sono alle spalle del Club rossonero. In un momento di forte crisi economica del nostro Paese, il brand Milan mantiene inalterato il proprio fascino.

E’ il verdetto di Brands Finance Football Brands 2012, marchio registrato, lo Studio mondiale più completo sui brand calcistici nel calcio globale. Il Ceo di Brand Finance è David Haigh. Il dato che colpisce è il rating del Milan: AA+. E’ superiore a quello dell’intero Campionato italiano posizionato sulla sola A, e fra le prime 10 al mondo è il quinto, superiore anche a quello di Chelsea, Arsenal e Liverpool (tutte e tre AA-) e del Manchester City (BBB+).

La scala di Brand Finance parte da AAA+ e si chiude a D, simile in tutto e per tutto alle classificazioni delle agenzie di rating sugli istituti di credito. La formula abbinata alla doppia A è: very strong. In base a questo studio (Brand Finance terrà un Forum sui brand calcistici mondiali il prossimo 25 Ottobre a Londra), il brand del Milan è passato da un valore di 273 milioni di dollari a 292 milioni di dollari, con un aumento del 7 per cento. Brand Finance è rappresentata in 22 paesi del mondo, dall’Australia a Dubai, dall’India alla Francia, dall’Inghilterra agli Stati Uniti (New York e Chicago).

(Fonte: AcMilan.com)

CONOSCI SPAZIOMILAN?

SpazioMilan è parte integrante del Nuovevoci Network di cui fanno parte Rompipallone.it, SpazioNapoli.it, SpazioInter.it e SpazioJ.it.

Con più di 4 milioni di follower sui social network il nostro progetto risulta uno dei più seguiti in Italia.

Le ultimissime

Seguici su Facebook

Preferenze privacy