Ringhio ha firmato col Sion: "I soldi non c'entrano"

Ringhio ha firmato col Sion: “I soldi non c’entrano”

Share on facebook
Share on whatsapp
Share on twitter
Share on linkedin

Ora è ufficiale. Gennaro Gattuso è un nuovo giocatore del club svizzero del Sion. Il Campione del Mondo 2006 ha firmato un contratto biennale ed è stato presentato oggi presso la sede del club elvetico.

Ecco le prime parole di Ringhio sulla nuova avventura: “In questa scelta i soldi non c’entrano, ho deciso di venire al Sion perchè mi ha convinto il progetto del club. In molti mi avevano consigliato di non accettare, io però ho voluto raccogliere questa sfida dopo aver parlato con il presidente. Sono qui per vincere, vogliamo sfidare il Basilea. Per evitare di esser fraintesi, ho detto subito al presidente che non devono aspettarsi la qualità di Pirlo, io sono Gattuso…“.

Tra i più soddisfatti, ovviamente, c’è il presidente del Sion, Christian Constantin: “Gattuso era in vacanza con la sua famiglia in Spagna, ma ha lasciato tutto per venire qui e iniziare a lavorare con i compagni. E’ uno che in campo ci mette cuore, testa e gambe, è il più grande giocatore della storia del club“.

Nel Canton Vallese Gattuso troverà l’allenatore Sebastien Fournier, ex gloria della Nazionale svizzera, alla prima esperienza in panchina dopo aver sostituito Vladimir Petkovic, passato alla Lazio, autore del vero miracolo salvezza del club. A seguito di una lunga e complessa vicenda giudiziaria, infatti, il Sion lo scorso dicembre si era visto togliere dalla Fifa 36 punti in classifica. Nello spareggio per rimanere nella prima divisione ha fatto fuori l’Aarau, potendosi così riproporre ad alti livelli per la prossima stagione. La squadra sarà costruita intorno a Ringhio.

CONOSCI SPAZIOMILAN?

SpazioMilan è parte integrante del Nuovevoci Network di cui fanno parte Rompipallone.it, SpazioNapoli.it, SpazioInter.it e SpazioJ.it.

Con più di 4 milioni di follower sui social network il nostro progetto risulta uno dei più seguiti in Italia.

Le ultimissime

Seguici su Facebook

Preferenze privacy