Sei qui: Home » News » Dal “problema” portieri, all’imbarazzo della scelta

Dal “problema” portieri, all’imbarazzo della scelta

Non che sia mai stato un grande dilemma nella storia rossonera, soprattutto dal 1986, anno da cui contiamo pochi estremi difensori che sono durati, pur con alti e bassi, per molti anni. Da Giovanni Galli a Sebastiano Rossi, da Nelson Dida a Christian Abbiati. E ora che si pensa inevitabilmente anche al futuro del nostro 32, la sensazione è che il mazzo da cui scegliere non sia poi così scarno. Tra ex Primavera e nuovo acquisti, ecco che il nuovo numero uno rossonero pare a diventare per i prossimi anni una sorta di reality in cui, ovviamente, ne resterà solo uno

Si era partiti con l’arrivo del brasiliano Gabriel, presentato alla grande dall’ad rossonero Adriano Galliani all’interno di un evento di Milan Junior Camp, con queste parole: “Presentiamo anche Gabriel, portiere brasiliano che verrà tesserato nel Milan come terzo portiere nella prossima stagione. Ha solo 20 anni, ma è stato cresciuto bene ed è pronto per giocare nel Milan. Si unirà alla prima squadra durante la preparazione estiva“. Sarà il terzo portiere rossonero per la prossima stagione dietro Abbiati e Amelia augurandogli di scalare posizioni nel minor tempo possibile.

LEGGI ANCHE:  Rinnovo Maldini, Caressa duro: "Firma forzata!"

Eppure Massimiliano Allegri ha deciso di premiare anche coloro che si sono alternati nel ruolo di estremo difensore nella Primavera di Aldo Dolcetti, dapprima convocando già in qualche occasione la scorsa stagione Riccardo Piscitelli ed estendendo quest’estate la stessa fiducia a Davide Narduzzo. E se il primo è in odore di poter migrare verso altri lidi (si parla di Carrarese, a sentire il responsabile Filippo Galli a Milan Channel), il secondo ha pensato subito di esternare su Twitter la sua gioia per la lieta notizia.

Chiude la truppa Edoardo Pazzagli, figlio del compianto Andrea ex portiere dei rossoneri nella due stagioni 1989-90 e 1990-91. Il classe 1989, proveniente dalla Fiorentina, sarà aggregato al raduno della prima squadra ma verrà probabilmente girato in prestito alla stregua di Piscitelli. E alla stregua di Antonio Donnarumma, richiestissimo dopo la grande stagione a Gubbio da alcune squadre del sud, Reggina in prima fila. Insomma, abbiamo il futuro in buone (tante) mani.