Inefficace e svogliato, Faraone che combini?

Inefficace e svogliato, Faraone che combini?

Share on facebook
Share on whatsapp
Share on twitter
Share on linkedin

Impalpabile. Innocuo. Lento. Svogliato. Di aggettivi che definiscono la prestazione di domenica pomeriggio di Stephan El Shaarawy ce ne sono parecchi. Il piccolo Faraone nella scorsa stagione aveva dimostrato, nei pochi minuti giocati, di poter essere uno che fa la differenza; ora, nel momento del bisogno, si è spenta la luce, l’ispirazione è svanita, e una partita contro una neopromossa che sembrava poter dare la spinta giusta al via del campionato rossonero si è al contrario tramutata velocemente in un incubo per tutto il Milan.

55 minuti di buio pesto. 55 minuti di noia e di inefficacia. L’estro e la fantasia che il popolo rossonero si aspetta da Stephan non si vedono neanche lontanamente. Tocchi imprecisi, dribbling lenti e prevedibili, mai un tiro in porta. Tutto il contrario del vero talentino italo-egiziano. Forse il ruolo di prima punta non è adatto a lui, forse la colpa è di mister Allegri che spostandolo al centro dell’attacco gli limita lo spazio di gioco, forse l’esuberanza di Robinho al quale giungono tutti i palloni che transitano per la metà campo blu cerchiata oscura le sue indiscutibili ed eccellenti capacità. Certo è che un El Shaarawy così non lo vorremmo più rivedere.

Lontano dalla forma migliore, un po’ come tutta la squadra per la verità. Non il lezioso gioiello dai tocchi sublimi ma un attaccante appesantito e stanco. Quasi come l’ultimo Pato, per fortuna senza infortuni, ma il modo di muoversi in campo lo ricorda. Ora Stephan dovrà ritrovare la concentrazione per non finire anche lui nell’occhio del ciclone delle polemiche che stanno investendo il Milan. Non si può credere che un giocatore a diciannove anni e con un’unica convocazione in nazionale si senta arrivato e si alleni controvoglia. Bisogna quindi riacquistare serenità e impegnarsi a fondo. La serenità va trovata sul campo d’allenamento e l’impegno e l’amore per la maglia dimostrati sul campo. Poi, se il talento c’è, il resto verrà da sé.

CONOSCI SPAZIOMILAN?

SpazioMilan è parte integrante del Nuovevoci Network di cui fanno parte Rompipallone.it, SpazioNapoli.it, SpazioInter.it e SpazioJ.it.

Con più di 4 milioni di follower sui social network il nostro progetto risulta uno dei più seguiti in Italia.

Le ultimissime

Seguici su Facebook

Preferenze privacy