Sei qui: Home » News » Kakà last-minute non è solo una suggestione

Kakà last-minute non è solo una suggestione

Il Milan non è assolutamente fermo a Nigel De Jong. Il vero e proprio colpo di coda potrebbe essere Kakà. Si, perchè, al di là delle dichiarazioni ufficiali, l’impressione è che la società rossonera possa assestare l’affondo decisivo per riportare a casa il brasiliano.

Oggi a Montecarlo, in occasione dei sorteggi di Champions League, arriveranno emissari di Milan e Real Madrid per scoprire le avversarie dei rispettivi gironi eliminatori, ma non è escluso che a 24 ore dalla chiusura del mercato si riparlerà del fantasista carioca. D’altronde Adriano Galliani, che a parlare di argomento chiuso, lo scorso 26 luglio aveva lasciato intendere che anche l’ultimo minuto può essere quello decisivo per chiudere: “Il Milan farà di tutto per riportare Kakà in rossonero. Fino all’ultimo giorno utile“.

LEGGI ANCHE:  Milan, senti Gullit: "Leao è un fuoriclasse!”, poi il consiglio a De Ketelaere

In quest’ottica va interpretato anche l’intervento di Barbara Berlusconi, attaccata al telefono col padre Silvio, in vacanza in Sardegna, per convincerlo ad un ultimo sforzo. Le ultime voci parlano di un prestito biennale con obbligo di riscatto nel 2014 ad una cifra oscillante tra 10 e 12 milioni di euro. Altre fonti riferiscono di un’offerta da 16 milioni al Real e 5 milioni all’anno al giocatore (la metà di quello che percepisce ora). Mancano poco più di 30 ore al gong finale.