L'agente lancia Pepito Rossonero: "Verrebbe di corsa"

L’agente lancia Pepito Rossonero: “Verrebbe di corsa”

Share on facebook
Share on google
Share on twitter
Share on linkedin

Tanta carne al fuoco per Federico Pastorello, procuratore di Giuseppe Rossi intervistato quest’oggi da Sky Sport 24. Tra le tante ipotesi sul suo futuro una delle più accreditate appare ora quella che porta alla maglia rossonera. Inevitabile, dunque, volerne sapere di più.

Stagione difficile e sfortunata, l’ultima di Pepito. L’infortunio al ginocchio destro, infatti, non è ancora stato del tutto superato, il mercato ne risente e Pastorello lo sa bene: “Non sono preoccupato: ho sempre saputo che il mercato di Giuseppe sarebbe cominciato in questo periodo. Certo, fosse stato disponibile sarebbe già stato ceduto, ma tra fine agosto e inizio settembre si sottoporrà ad una nuova operazione e dunque tornerà a disposizione a inizio 2013”.

Sul possibile ritorno in Italia il procuratore sembra sbilanciarsi: “Giuseppe è il calciatore italiano più esterofilo del mondo: col Villareal c’è sempre stato un buon feeling, ma il suo desiderio è quello di provar a restare in serie A. Gli spagnoli, inoltre, hanno cambiato rotta e non possono più assolutamente permettersi giocatori con certi ingaggi. L’Italia? Credo che una chiamata potrebbe arrivare da tutte le grandi squadre. Il Milan ha ceduto elementi importanti, l’Inter si sta ringiovanendo, la Juve è alla ricerca di un top player … Non so se per ora ci sia stato un contatto col Diavolo, ma di una cosa sono certo: il ragazzo direbbe sicuramente di sì”.

La vicenda, dunque, diventa sempre più succosa e interessante. La redazione di SpazioMilan ha provato a contattare direttamente Pastorello, risultato però irraggiungibile. Si attendono ulteriori sviluppi.

[wp_show_posts id="531707"]

CONOSCI SPAZIOMILAN?

SpazioMilan è parte integrante del Nuovevoci Network di cui fanno parte Rompipallone.it, SpazioNapoli.it, SpazioInter.it e SpazioJ.it.

Con più di 4 milioni di follower sui social network il nostro progetto risulta uno dei più seguiti in Italia.

Le ultimissime

Seguici su Facebook

Preferenze privacy