Getta i resti dell’amante in pasto ai cani, l’orrore dell’ex portiere del Flamengo

Share on facebook
Share on whatsapp
Share on twitter
Share on linkedin

Nuovi raccapriccianti particolari sulla morte della modella brasiliana Eliza Samudio, per la quale è coinvolto il portiere Bruno Fernandes De Souza. L’ex giocatore del Flamengo è accusato di aver sequestrato, torturato e ucciso la sua amante venticinquenne.

Non solo. Il calciatore, nel tentativo di occultare le tracce dell’omicidio, avrebbe dato una parte dei resti della ragazza in pasto ai suoi cani rottweiler, mentre un’altra parete sarebbe stata nascosta dentro il calcestruzzo. I fatti risalgono al 2010 e Fernandes De Souza si trova già in carcere per scontare una condanna a 4 anni e mezzo per il solo sequestro della sua amante, rimasta incinta dopo una notte d’amore clandestino.

Il corpo della giovane non è mai stato trovato e adesso gli inquirenti sono convinti che si tratti di un omicidio premeditato, per il quale il giocatore avrebbe coinvolto otto persone, tra cui la moglie. A quanto pare, quando la giovane aveva comunicato di essere incinta, Bruno avrebbe reagito molto male, ordinandole di abortire. La ragazza, però, era determinata a portare a termine la gravidanza e da qui il macabro progetto di ucciderla.

CONOSCI SPAZIOMILAN?

SpazioMilan è parte integrante del Nuovevoci Network di cui fanno parte Rompipallone.it, SpazioNapoli.it, SpazioInter.it e SpazioJ.it.

Con più di 4 milioni di follower sui social network il nostro progetto risulta uno dei più seguiti in Italia.

Le ultimissime

Seguici su Facebook