L’sms di Ibra: “Visto? Ha segnato uno svedese”

Share on facebook
Share on whatsapp
Share on twitter
Share on linkedin

«Avete visto che ha segnato un mio connazionale?». Questo il messaggio piccato e provocatorio pubblicato da La Gazzetta dello Sport e inviato da Zlatan Ibrahimovic ad alcuni suoi ex compagni di squadra. Il messaggio si riferisce ovviamente a Mathias Ranegie, l’uomo del momento in casa Udinese, classe 1984, 1 metro e 96 di altezza per 91 chili, capocannoniere 2011 del campionato svedese. L’attaccante bianconero ieri ha segnato il momentaneo 1-0 contro il Milan, sfruttando con un solo colpo di testa degli evidenti errori di Abbiati e Mexes.

L’sms di Ibra denota ancora una volta che Ibra non ha del tutto digerito lo “scaricamento” di quest’estate, dopo due stagioni in cui aveva segnato come sempre una caterva di gol, ma soprattutto aveva trovato forse la miglior squadra in assoluto per lui, in termini di ambiente e concordia nello spogliatoio.

Ci pensa ancora, Ibra, ai due anni trascorsi a Milanello, rimpiangendoli anche un po’. E questo nonostante Parigi sia una delle città più belle del mondo, percepisca uno stipendio da favola e lui stesso in questo Milan farebbe fatica, e sicuramente non sarebbe in testa alla classifica cannonieri con 7 gol, cosa che gli sta accadendo ora in Francia. Poi si sa, la Ligue 1 non è la Serie A e questo lui lo sa bene.

Il messaggio potrebbe anche essere letto come una sorta di benedizione al suo connazionale, che l’anno scorso ha giocato nel Malmoe, stessa squadra svedese in cui militò Ibra prima di trasferirsi all’Ajax.

Sotto l’ottica degli sms speriamo che il Milan trovi al più presto la strada per uscire da questa crisi. Perché solo così gli sms di Zlatan da piccati e provocatori, diventeranno messaggi di complimenti. Sinceri. Perché una parte di Ibra è ancora rossonera.

twitter@sociobombo

CONOSCI SPAZIOMILAN?

SpazioMilan è parte integrante del Nuovevoci Network di cui fanno parte Rompipallone.it, SpazioNapoli.it, SpazioInter.it e SpazioJ.it.

Con più di 4 milioni di follower sui social network il nostro progetto risulta uno dei più seguiti in Italia.

Le ultimissime

Seguici su Facebook