Maxi-multa all’architetto dello stadio di Pechino

Share on facebook
Share on whatsapp
Share on twitter
Share on linkedin

Ai Weiwe, l’archi-star autore dello stadio “Nido d’Uccello” di Pechino, è nei guai con la giustizia cinese. Il tribunale del distretto di Chaoyan ha condannato in appello il progettista ad una maxi-multa di 1,8 milioni di euro.

Ai, 55 anni, divenuto famoso per aver partecipato al disegno dell’impianto delle Olimpiadi 2008, è accusato di evasione fiscale dell’impresa Beijing Fake Cultural Development Limited, che commercializza le sue opere d’arte.

In realtà l’architetto si sente vittima di una ritorsione da parte della Repubblica Popolare: “Nessun cambiamento rispetto alla prima sentenza”, accusando poi i “membri del Partito Comunista” e aggiungendo come in Cina sia “difficile che si faccia giustizia“.

CONOSCI SPAZIOMILAN?

SpazioMilan è parte integrante del Nuovevoci Network di cui fanno parte Rompipallone.it, SpazioNapoli.it, SpazioInter.it e SpazioJ.it.

Con più di 4 milioni di follower sui social network il nostro progetto risulta uno dei più seguiti in Italia.

Le ultimissime

Seguici su Facebook