Mesbah: “Espulsione Boateng scandalosa”, Bojan: “Ho dato tutto ma dopo il secondo rosso…”

Dopo la sconfitta contro l’Udinese c’è amarezza nello spogliatoio rossonero e incominciano ad arrivare le prime dichiarazioni. Il primo a parlare è Djamel Mesbah, partito titolare dopo un’estate travagliata tra cessioni rifiutata e mancanza di fiducia da parte del tecnico. Ecco le parole del terzino: “”La prestazione c’è, ma c’è ancora molto da fare. Teniamo le cose positive, ma non è arrivato il risultato. Abbiamo una partita tra tre giorni, dobbiamo fare di più per vincere. Dopo il secondo gol dell’Udinese siamo passati a 3″.

Continua l’algerino: “L’espulsione di Boateng è una cosa scandalosa. Penso che l’arbitro sa che ha sbagliato, ero proprio di fronte a Boateng. Prendiamo il positivo di questa partita, i punti cominciano a essere importanti. Siamo uniti, ma delusi. E’ questa la cosa più importante, non dobbiamo dimenticare che siamo il Milan. Le squadre devono avere paura del Milan, come per un tratto l’ha avuta l’Udinese”. 

Dopo Mesbah ha parlato anche Bojan Krkic entrato a fine secondo tempo: “Ero fresco, avevo pochi minuti per dare alla squadra un po’ di brillantezza, ho dato tutto ma in quel momento la gara era un po’ difficile anche per l’inferiorità numerica. Dopo il rosso a Boateng ho cercato di muovermi dove trovavo spazio ma non era facile. Dobbiamo vincere per uscire dal momento, nel primo tempo meritavamo qualcosa in più, manca una vittoria per dare fiducia alla squadra”. 

Siamo su Google News: tutte le news sul Milan CLICCA QUI

Preferenze privacy