Provaci ancora, Nigel: quando il gladiatore perde lo scontro

Share on facebook
Share on whatsapp
Share on twitter
Share on linkedin

Non si può dire che Nigel De Jong, ieri sera, abbia brillato. L’olandese, pur avendo recuperato qualche pallone, avrebbe dovuto e avrebbe potuto giocare con aggressività e dinamismo. Invece no. Si è mosso con lentezza e, quando ha provato a impostare, non è riuscito a ispirare gli attaccanti.

Affinché potesse rendere e nascondere una condizione fisica da rivedere, Ambrosini ha dovuto tornare a fungere da mezz’ala, con De Jong centrocampista arretrato. Sta di fatto che l’ex Manchester City, come tutti i centrocampisti, ha responsabilità sul gol subito. In quell’occasione, Nigel aveva provato a salire per accompagnare la manovra offensiva della squadra, ma non era riuscito a tornare in tempo per coprire la posizione che aveva liberato.

Passo indietro, rispetto alla sfida del Dall’Ara, in cui la nostra new entry era riuscita a imporsi e a contribuire alla vittoria dello scontro in mezzo al campo. De Jong è chiamato, al più presto, a recuperare la forma smarrita. Contro l’Anderlecht, vogliamo assistere a un altro Nigel, il vero Nigel. Saremo accontentati?

CONOSCI SPAZIOMILAN?

SpazioMilan è parte integrante del Nuovevoci Network di cui fanno parte Rompipallone.it, SpazioNapoli.it, SpazioInter.it e SpazioJ.it.

Con più di 4 milioni di follower sui social network il nostro progetto risulta uno dei più seguiti in Italia.

Le ultimissime

Seguici su Facebook