Thiago torna rossonero, ma solo per curarsi

Sarà anche il club più sfortunato sul fronte degli infortuni. Sarà anche oggetto di una maledizione per quanto riguarda blocchi muscolari o traumi distorsivi. Ma la struttura sanitaria del Milan resta all’avanguardia. E lo testimonia la visita a Milanello dell’ex Thiago Silva, raccontata oggi dalla Gazzetta dello Sport.

Già, il difensore brasiliano ceduto in estate al Paris Saint Germain ha trascorso quattro giorni, da sabato a martedì scorsi, al Centro Sportivo di Carnago per una serie di sedute fisioterapiche con l’esperto Marcelo Costa, il professionista ingaggiato dal Milan proprio qualche mese fa per seguire Alexandre Pato e Thiago Silva, appunto, prima che le offerte faraoniche del PSG ribaltassero gli equilibri.

Thiago è stato notato da un tifoso, che l’ha visto lasciare Milanello a bordo dell’auto di Robinho. In realtà il giocatore aveva tentato di non farsi beccare, sdraiandosi sui sedili della vettura del connazionale. Ma il suo arrivo è rimasto un segreto di Pulcinella. Un colpo al cuore per tutti i milanisti, un motivo di soddisfazione per lo staff sanitario rossonero, se un professionista del calibro di Thiago sceglie ancora di affidarsi alle cure “italiane” piuttosto che rimanere nell’alveo dello staff parigino, il club più ricco oggi nel mondo.

Siamo su Google News: tutte le news sul Milan CLICCA QUI

Preferenze privacy