La porta trema, ripescaggio in vista per Amelia?

Gli errori e le incertezze di Christian Abbiati, che ha sulla coscienza almeno cinque dei nove gol subiti dal Milan in questo inizio di stagione, tendono ad aprire a un nuovo scenario: il rilancio di Marco Amelia.

Sia chiaro, l’ex portiere del Genoa non costituisce una saracinesca: a più riprese, ha compiuto disattenzioni sia tra i pali che nelle uscite. Qualche esempio: Milan-Udinese 4-4 e Bologna-Milan 2-2 di campionato e Milan-Novara 2-1 e Juventus-Milan 2-2 di Coppa Italia. Ma rispetto ad Abbiati, per lo meno in questo periodo, dispone di motivazioni e maggiore esplosività. Mai e poi mai lo vedremo, ci si augura, effettuare con regolarità e tranquillità rinvii da brividi e addormentarsi su conclusioni telefonate. Capita che sbagli le uscite o non calcoli con attenzione la traiettoria della sfera, non offrendo garanzie a lungo termine, ma suole mantenere quel minimo sindacale che Abbiati ha dimenticato da un paio di mesi.

Ecco perché, sul breve andare e in attesa di un estremo difensore di prima fascia, è attuabile una staffetta tra i pali. Un cambio di portieri, iniezione di fiducia per Amelia e occasione di meditazione e recupero di condizione per Abbiati, può portare benefici nell’immediato. Vale la pena di provarci. Piano, però, a ipotizzare miracoli…

Siamo su Google News: tutte le news sul Milan CLICCA QUI

Preferenze privacy