Acerbi sempre più in panca, perché? – UPDATE: “Rispetto le scelte del Mister, continuerò a dare il 100%”

Share on facebook
Share on whatsapp
Share on twitter
Share on linkedin

Lo scorso campionato, da gennaio a maggio, era stato uno dei difensori con il rendimento più costante. A luglio è arrivato in rossonero e, con tanto coraggio, ha scelto la storica numero 13 di Alessandro Nesta. L’ex Chievo che ha sempre sognato di giocare con Thiago Silva, qualche tempo dopo, causa cessione del brasilano al PSG, ha dovuto riporre nuovamente il desiderio nel cassetto e iniziare a imparare senza nessun grande maestro.

Francesco Acerbi al Milan ha collezionato fin ora 3 presenze, una delle quali non da titolare. A Bologna la sua prestazione aveva convinto anche i più scettici: attento, pulito, preciso. Sembrava poter essere l’inizio di una nuova era. Sembrava appunto perché, riproposto nella partita successiva, contro l’Atalanta, ha invece dato segnali poco entusiasmanti. Poi la panchina, tanta, e l’esclusione dalla lista dei convocati per lo Zenit (si era parlato di un piccolo problema al ginocchio, ndr).

Eppure i centimetri e il fisicio del promettente difensore italiano servirebbero visiti i problemi sui calci piazzati. E’ lui il più giovane del reparto, è lui quello che più è stato seguito ed inseguito dai dirigenti rossoneri nel corso del mercato estivo. Il Presidente Foti che “Acio” lo conosce bene si è detto sicuro sull’investimento milanista: “Il ragazzo paga la fisicità ma alla fine sarà utile alla causa”. Un disel insomma che ha bisogno di mettere carburante nel motore. Perché non crederci?

UPDATE: Prima dell’allenamento di oggi, Francesco Acerbi è intervenuto ai microfoni di Milan Channel: “Siamo andati bene con lo Zenit e spiace molto aver perso il derby, con tutte le occasioni che abbiamo creato. Adesso però pensiamo alla Lazio, la prima partita di un ciclo molto duro e intenso. Non ho giocato le ultime partite, ma tutti noi rispettiamo le scelte del Mister e continuo a dare il 100 per cento in allenamento per rimanere in condizione e per tornare ad essere chiamato in causa”.

CONOSCI SPAZIOMILAN?

SpazioMilan è parte integrante del Nuovevoci Network di cui fanno parte Rompipallone.it, SpazioNapoli.it, SpazioInter.it e SpazioJ.it.

Con più di 4 milioni di follower sui social network il nostro progetto risulta uno dei più seguiti in Italia.

Le ultimissime

Seguici su Facebook