Amelia: “Bravo Candreva, dobbiamo restare uniti. Siamo tutti da Milan”

Scuro in volto ai microfoni di Sky Sport, Marco Amelia spiega come si è potuta generare una serata nera come quella dell’Olimpico: “Antonio (Candreva, ndr) ha fatto un gran tiro, vorrei rivederlo meglio. Ma in questi casi uno fa fatica a capire la traiettoria da subito. Speravo andasse fuori, nel piazzamento non sono stato pronto. Bravo Candreva, per il gol e per la partita. Abbiamo preso due gol, il primo su deviazione, il secondo per questo gol di Candreva e poi il terzo a freddo, nella ripresa. Giocare sul 3-0 per gli altri diventa difficile“.

Sul futuro: “Dobbiamo restare uniti, cercare di giocare di gara in gara, sappiamo le distanze dal primo e dal terzo posto. Sappiamo che dopo l’inizio dell’anno con l’addio di tanti giocatori, sarebbe stato difficile. Ma dobbiamo rimboccarci le maniche, mercoledì c’è il Malaga e poi pensare di recuperare in campionato, punto dopo punto. Bisogna lavorare con molta intelligenza perché sappiamo che ogni gara sarà sempre più difficile“.

Paura?Assolutamente no, altrimenti si va a giocare da altre parti. I ragazzi sono caratterialmente da Milan, quando uno non riesce a trovare i risultati, più che paura perdi fiducia. Alla prima occasione, se ti fanno gol, non è mai facile reagire. Bisogna restare uniti con la società e i tifosi, non dobbiamo pensare ad altro che vivere partita per partita“.

Bonera: “L’ingresso di Emanuelson ha cambiato le cose, è un giocatore che salta l’uomo, che permette di ripartire. In questo momento dobbiamo pensare di migliorare le prestazioni e conquistare i risultati“.

Siamo su Google News: tutte le news sul Milan CLICCA QUI

Preferenze privacy