De Sciglio convince ancora. Abate destinato alla panchina?

L’esperimento del 3-4-3 ha convinto. Lo stesso non è stato per il risultato, ancora una volta deludente, ancora una volta una sconfitta. Gettare fango sul fango non serve a nulla. Giusto allora, individuare gli aspetti positivi e, se possibile, cercare di valorizzare proprio quelli.

Allegri potrà fare sempre più affidamento su De Sciglio, questa volta impiegato a destra nella linea a quattro di centrocampo. Bravo in chiusura, con un cliente roccioso come Eliseu, ha fatto a sportellate senza mandarle a dire; nonostante la differente stazza fisica.

Può migliorare molto il giovane terzino, ci si aspetta molto da lui. Dopo le pacche di stima ricevute da gente come Tassotti, Allegri e Filippo Galli, che lo hanno consacrato come talento di valore assoluto, ora Mattia ha tutto il tempo davanti a sé (e lo spazio) per crescere ulteriormente. Intanto, Allegri ha preferito lasciare a casa Abate e farlo recuperare con calma, e schierare il giovane Mattia proprio sulla corsia che era di competenza di Ignazio. Che Abate stia perdendo definitivamente il posto?

Nelle ultime uscite da titolare, Ignazio, è parso in grande difficoltà, lontano anni luce dal terzino attento, tutto grinta e sprint, della scorsa stagione. In sintonia col rendimento della squadra, evidentemente, che sta risucchiando nel vortice della mediocrità un po’ tutti: Boateng, Nocerino, Pazzini, Abbiati… Sperando che l’incantesimo venga presto spezzato.

Twitter: @riccardo_vetere

Siamo su Google News: tutte le news sul Milan CLICCA QUI

Preferenze privacy