Max torna in bilico

Tirarsi fuori dalle sabbie mobili. E’ l’imperativo categorico per Massimiliano Allegri che dopo la sosta avrà subito l’impegno della gara esterna contro la Lazio. Stando anche alle indiscrezioni riportate oggi dalla Gazzetta dello Sport, la partita nella Capitale rappresenterà con molta probabilità l’ultima chance per il tecnico milanista per tentare di ribaltare la situazione.

Non avrà l’obbligo di vincere a tutti i costi per salvare il proprio. Ma l’allenatore livornese dovrà far vedere passi avanti concreti sul piano del gioco e dell’incisività, soprattutto davanti. Adriano Galliani, che ha sempre strenuamente difeso Max, si sarebbe reso conto della necessità di una svolta, decisiva. L’Olimpico, dunque, sarà il crocevia. Ma anche il modo per ricucire un rapporto che si è arrugginito già dopo l’amichevole estiva persa 5-1 contro il Real Madrid. Il dopo-partita e il rientro in Italia dagli States fu abbastanza teso con le parole chiare dell’amministratore delegato: “Sono in…..o nero”. Da allora è cambiato ed è successo molto: dal veto di Allegri su Zè Eduardo alla campagna acquisti di fine agosto dettata più dalle esigenze del tecnico che dalle opportunità, fino alla lite con Pippo Inzaghi al Vismara. Ora Galliani vuole vedere i fatti.

O si cambia marcia o si cambia chi guida la macchina. Ed ecco riaffacciarsi l’alternativa Mauro Tassotti per l’immediato e gli assi Pep Guardiola e Luciano Spalletti per la prossima estate. La sensazione è che da giugno cambierà certamente molto. Ma occhio alle sabbie mobili di fine ottobre.

Siamo su Google News: tutte le news sul Milan CLICCA QUI

Preferenze privacy