Isco e Olinga, martedì avversari, in futuro chissà…

Martedì sera il Milan si troverà di fronte il lanciatissimo Malaga di Manuel Pellegrini. Una gara che, oltre ad avere la sua enorme importanza per quel che riguarda le sorti del girone di Champions League, potrebbe avere dei risvolti in termini di calciomercato. Da un po’ di tempo, infatti, si parla di un interessamento dei rossoneri verso Francisco Román Alarcón Suárez, anche noto come Isco, che si è fatto notare parecchio in questo scorcio di stagione.

Una vera e propria sorpresa per chi non lo conosceva che, soprattutto dopo la gara d’esordio in Europa contro lo Zenit in cui realizzò una fantastica doppietta, sta attirando l’attenzione di parecchi club europei. Il giovane iberico, classe 1992, è un attaccante esterno che ama partire da sinistra per poi magari accentrarsi e convergere al centro, provando la conclusione col suo piede forte, il destro. Caratteristiche che farebbero molto comodo all’attuale Milan di Max Allegri ed il suo ‘nuovo’ 4-2-3-1, ma anche ad un possibile Milan di Guardiola, visto che Isco sarebbe perfetto per un più classico 4-3-3.

Il classico attaccante esterno moderno, quindi, che non a caso ha già parecchi ammiratori oltre al Diavolo. Su di lui ci sarebbe anche la Juventus che lo ha incontrato ed ammirato in un’amichevole estiva. Ora, il suo nome, viene accostato anche a formazioni teutoniche, come il Borussia Dortmund che ha iniziato a seguire negli ultimi giorni il ragazzo convocato dal Ct della nazionale Under 21 spagnola, Julen Lopetegui, per i playoff di qualificazione al campionato europeo di categoria.

Il calcio spagnolo e la formazione andalusa puntano molto su di lui, come dimostra il contratto che lo lega fino a giugno 2016 e che testimonia come sarà difficile strappare questo talento così promettente a un calcio che, negli ultimi anni, la fa da padrone, sia nel club come nelle nazionali. Ad ogni età.

Del Malaga è anche Fabrice Olinga, un altro giocatore su cui il Milan sembra aver posto le sue attenzioni. Secondo gli osservatori di mezza Europa, il ragazzino camerunense classe 1996, è un talento sicuro e molti già lo paragonano ad Eto’o. Nella stagione in corso, Olinga, è stato aggregato alla prima squadra e ha debuttato il 18 agosto entrando dalla panchina contro il Celta Vigo nella prima giornata di Liga. In questa partita va a segno, diventando il più giovane marcatore di sempre nella competizione, a 16 anni e 98 giorni, superando il record precedente. Il 22 agosto, inoltre, fa il suo esordio in Champions League nel match tra Malaga e Panathinaikos valido per l’ultimo turno preliminare partendo da titolare.

Siamo su Google News: tutte le news sul Milan CLICCA QUI

Preferenze privacy