Morbo palle alte. Ma il Milan, finalmente, convince!

Share on facebook
Share on whatsapp
Share on twitter
Share on linkedin

La campagna di Russia porta bene al Milan, che decide di sfoggiare lo stesso vestito giá indossato a Parma. Al sarto Allegri è piaciuto e l’ha subito riproposto. Riesce bene l’esperimento nel primo tempo, la prima mezzora nello specifico, quando il Milan passa in vantaggio con due frecciate dritte al cuore dello Zenit. Prima Emanuelson trova la porta su punizione deviata, poi il solito e sempre più maturo El Shaarawy segna un altro gol strabiliante. Il 4-2-3-1 funziona, e bene, grazie anche a un Bojan schierato prima punta mobile, in modo tale da non dare punti di riferimento ai russi.

I nodi presenti vengono al pettine quando è lo Zenit, in chiusura di primo tempo, ad attaccare con insistenza. La difesa, sulle palle alte, balla manco fosse alla Scala di Milano. Eccolo il morbo che l’equipe chirugica Allegri-Tasso dovrà essere brava a curare, per consentire a una squadra ora convincente, di divenire ancor più solida e credibile. Tre punti d’oro, che affondano lo Zenit nel girone, inchiodato a zero punti, e rilanciano prepotentemente i rossoneri in testa con quattro (in attesa del Malaga).

Abbiati è miracoloso in più di un’occasione, tenendo in piedi la baracca nei momenti in cui lo Zenit, soprattutto con Hulk, ha tentato di sfiancare il Milan, messo alle corde del ring. È proprio nella fase di empasse che manca un Pirlo, un Van Bommel, fate pure voi un nome; manca un uomo che abbia le geometrie nel sangue e sappia disegnarle sul campo, per indicare la rotta a tutta la truppa. Allegri prende una boccata d’aria fresca, in attesa del derby che, ora, diventa anche più avvincente. L’Inter si troverà di fronte una squadra che si sta scoprendo valida e in costante crescita.

TWITTER: @riccardo_vetere

CONOSCI SPAZIOMILAN?

SpazioMilan è parte integrante del Nuovevoci Network di cui fanno parte Rompipallone.it, SpazioNapoli.it, SpazioInter.it e SpazioJ.it.

Con più di 4 milioni di follower sui social network il nostro progetto risulta uno dei più seguiti in Italia.

Le ultimissime

Seguici su Facebook