Muntari: “Il ritorno di Ibra? Vado a prenderlo all’aeroporto…”

Stavolta Sulley Muntari vede davvero la fine del tunnel. E in un’intervista al Corriere dello Sport, appena fresco di stampa, racconta le tappe delsuo recupero, ma soprattutto si propone come intermediario per far tornare Zlatan Ibrahimovic in rossonero.

Sono in ripresa, ho voglia di tornare, sto già lavorando coi miei compagni di squadra – spiega l’ex interista -. Una data? Non c’è ancora, dipenderà molto dai medici e dal tecnico“. Poi un cenno al cambio di modulo deciso da Massimiliano Allegri, passato al 4-2-3-1: “Devo provare, ma penso che questo Milan sia maturo per qualsiasi soluzione tattica. Il merito è del suo allenatore…“. A proposito del tecnico, ecco la difesa di Sulley: “Allegri non è fortunato, ma sono sicuro che fin dalla prossima partita contro la Lazio torneremo a fare bene e, possibilmente, a vincere“.

Sul momento del Milan il mediano ghanese resta comunque fiducioso: “Il campionato è ancora lungo. Abbiamo sbagliato le ultimedue gare, ma la Juve non ha ancora vinto. Noi cerchiamo di vincere subito contro la Lazio”. Poi, però, la sorpresa arriva quando il discorso si sposta su Zlatan Ibrahimovic: “E’ un grande campione, tutti sanno cosa è in grado di fare. Decide una partita da solo. Un ritorno? Se fosse possibile, se lui tornasse veramente indietro andrei a prenderlo di persona all’aeroporto in calzoncini e maglietta da gioco per portarlo qui a Milanello! Ma non si può...”.

Via, infine, le voci sulla cessione della società (“Non ci penso, il nostro lavoro è quello di vincere le partite“) e su Pep Guardiola (“con noi c’è Allegri, un allenatore che stimiamo tanto. Ci aiuta a fare bene. Merita fiducia e rispetto”).

Siamo su Google News: tutte le news sul Milan CLICCA QUI

Preferenze privacy