Sei qui: Home » Copertina » SM ESCLUSIVO – Kingsley Boateng, recupero più lungo del previsto

SM ESCLUSIVO – Kingsley Boateng, recupero più lungo del previsto

L’avevamo lasciato col peggiore dei mali per un calciatore: lesione del legamento crociato anteriore e del collaterale laterale del ginocchio sinistro. Da gennaio per Kingsley Boateng è stato un vero e proprio calvario. E la luce in fondo al tunnel, per ora, è ancora pallida.

Dopo che Ariedo Braida, intercettato sabato scorso al Vismara, ha provato a rassicurare sulle condizioni del gioiellino africano (“va verso il rientro“), alcune fonti sentite da SpazioMilan.it, indicano che i tempi di recupero del giovane ghanese sono più lunghi di quanto si fosse ipotizzato. Nei test sulla forza, infatti, il giovane Kinglsey sta faticando parecchio. Ed è una circostanza che ha sorpreso anche lo staff tecnico, vista anche la potenza fisica e la velocità. Ad agosto si sperava di recuperarlo per ottobre. Ora sarà difficile rivederlo in gruppo

LEGGI ANCHE:  Dal PSG, novità per il Milan: c'entra Leao

Arrivato al Milan nel 2007, Boateng junior ha scalato rapidamente le selezioni, diventando protagonista degli Allievi Nazionali che si laurearono Campioni d’Italia nel giugno 2011 grazie proprio ad una sua rete nella finale contro l’Empoli.

Poi lo scorso anno il ritiro estivo con la Prima Squadra e gol all’esordio nell’amichevole contro il Malmo. Poi il calvario, che sta forse per finire. La sua carriera è molto lunga ed è legata da un contratto col Milan fino al 2014. Più volte ha dichiarato di guardare ad Alexandre Pato come modello. La speranza di tutti, in primis del tecnico della Primavera, Aldo Dolcetti, è che il parallelismo non riguardi le visite in infermeria. Per l’uno e per l’altro.