SM RELIVE – Allegri in conferenza: “Non me ne vado quando viene il difficile. Berlusconi l’ho sentito e ci è vicino. Domani vinciamo”

Contro il Genoa senza via di scampo. Solo vincendo, forse, verrà confermato ancora in panchina.

Allegri, all’esame finale, si presenta in conferenza stampa a Milanello. RILEGGI LA DIRETTA

LA CONFERENZA DI ALLEGRI IN PILLOLE

“Del Neri è bravissimo e molto paziente, dovremo scendere in campo ben sapendo che avremo a disposizione 90 minuti per vincere. Senza frenesia, cose semplici”.

“A Malaga abbiamo fatto una buona partita, ma ci è mancta la precisione, dovuta al nuovo modulo”.

“Montolivo ha qualità, è un giocatore geometrico. Tutti dobbiamo essere più lucidi, manchiamo sempre il guizzo finale”.

“Pato? Era tanto che non giocava, contro Lazio e Malaga è stato importante mettere minuti nelle gambe. Non si è fatto male ed è sereno. Potrebbe giocare dall’inizio”.

“E’ un momento difficile, ma stiamo lavorando al massimo. Mi aspettavo di essere oggi in conferenza. Dobbiamo persevare in quello che stiamo facendo”.

“Dobbiamo regalare una gioia ai tifosi e alla società, ma soprattutto a noi stessi. Domani sono sicuro che vinceremo”.

“Abbiamo perso contro il Malaga che è una buona squadra. Noi abbiamo creato alcune occasioni nel primo tempo”.

“Difesa a 3? Domani la riproporrò”.

“I ragazzi sono consapevoli del momento, io sono dispiaciuto come loro. Non posso rimproverargli niente. Ma serve più pericolosità in attacco”.

“Dobbiamo essere più lucidi davanti, non mi piacciono i numeri sulla squadra. Tiriamo molto ma non siamo precisi”.

“Domani è una partita straimportante”.

“Giocando con la difesa a 3 anche Emanuelson potrebbe giocare sulla sinistra a centrocampo. Contro il Genoa è fondamentale per la classifica”.

“Affronteremo una squadra molto forte, sarà difficilissimo. Ci servirà l’aiuto del pubblico”.

“Non è nel mio carattere sperare in un licenziamento. La mia liberazione sarà quando risaliremo in classifica e passaeremo il turno in Champions. Quando viene il difficile io non me ne vado. La squadra mi segue”.

“Non è l’ultima spiaggia per me, altrimenti vado sulli scogli”.

“De Jong sta bene e domani giocherà titolare”.

“La gente a Milano capisce il momento difficile della squadra, allo stadio i tifosi ci stanno molto vicino e succederà anche domani, sono sicuro”.

“Abbiamo commesso degli errori, ma c’è stata anche un bel po’ di sfortuna. Dobbiamo continuare, lottando per ogni centimetro”.

“Spero che Boateng abbia capito dopo l’esclusione in Champions. E’ un grande giocatore e l’ha dimostrato nei 2 anni precedenti, è importante per me. Ci sta sbagliare qualche partita, in campo dovrò nuovamente dimostrare il suo valore. E’ stata una scelta tecnica quella di mandarlo in tribuna”.

“Ho sempre visto impegno sul campo, non mi posso lamentare. Ogni tanto degli scossoni servono”.

“Berlusconi? Ci è sempre vicino, l’ho sentito prima della partita contro il Malaga e sa benissimo la situazione complicata”.

“Non riusciamo mai a ribaltare una situazione, è vero, ma io vedo comunque del positivo”.

“Pato, ripeto, sta bene ma deve ritrovare il ritmo partita che gli manca da un anno a questa parte. Deve tornare quello di una volta e credo sia sulla strada giusta”.

“Muntari? Domani giocherà in Primavera, non deve affrettare i tempi di recupero. E’ un opzione importante per il centrocampo, senza dimenticare Flamini e Nocerino”.

“Abbiati in panchina domani. Abate sta bene”.

“Boateng ha un piccolo problema al ginocchio, ma se recupera giocherà. In difesa sicuramente giocheranno Bonera e Mexes”.

– E’ terminata la conferenza stampa di Allegri

Siamo su Google News: tutte le news sul Milan CLICCA QUI

Preferenze privacy