Thiago Silva: “Milan più scarso del PSG, senza Ancelotti e Leonardo sarei rimasto… Fiero di essere l’acquisto più caro in Francia”

Convinzione francese. Dopo Ibra, che ha parlato di Milan indebolito dopo la sua partenza, ci ha pensato anche il suo compagno Thiago Silva, intervistato da Le Parisien, a mettere le cose in chiaro sulla sua ex squadra: I rossoneri faranno peggio del PSG quest’anno, noi possediamo più qualità e l’abbiamo dimostrato in Champions League”. Prima stoccata.

Merito della supremazia di Zlatan? No, non solo, chiarisce il difensore brasiliano: Ibra non basta, quello che conta è il gruppo. Né io né lui possiamo vincere le partite da soli. Certo, insieme abbiamo fatto salire il livello tecnico della squadra in un campionato, la Ligue 1, che sicuramente non è la competizione migliore del mondo: è più fisica della Serie A e meno tattica, ma con gli acquisti che ha fatto il PSG sono sicuro che diventerà più interessante”.

Ma in Francia non è solo rose e fiori, perché c’è qualcosa che manca al muro brasiliano. Ma non è il Milan: “Mi manca il cibo della mia terra, quando sono a casa possono mangiare diverse cose e invece qui sono sempre le stesse. Purtroppo non ho ancora una casa e vivo in hotel e questo non è il massimo: non mi nutro come un vero atleta e il riposo è un po’ scomodo. Conosco poco la città e non sono ancora al 100% della condizione.

Ancora Milan con una precisazione (conosciuta) sul suo addio al Milan: “Ancelotti e Leonardo sono stati fondamentali, senza di loro sarei rimasto in Italia, è stata una scelta difficile. Mi ha convinto il progetto. Il Milan dei vari Seedorf, Aquilani, Nesta ed Ibra era fortissimo e poteva arrivare lontano. Ma il PSG adesso è migliore, tocca a noi metterlo in pratica ”.

Thiago Silva, infine, conclude senza paura di presunzione: Sono orgoglioso di essere stato l’acquisto più caro nella storia del calcio francese, non l’avrei mai immaginato ed è chiaro che questo aumenta le mie responsabilità”.

Siamo su Google News: tutte le news sul Milan CLICCA QUI

Preferenze privacy