Un “mistero” che può tornare utile?

Kevin Constant approda al Milan il 20 giugno 2012 in prestito con diritto di riscatto dal Genoa. Galliani si precipita dall’amico Preziosi dopo aver appreso la notizia dell’infortunio di Sulley Muntari e, attraverso una trattativa lampo, porta a casa il giocatore francese naturalizzato guineano. Alla luce dei motivi che hanno portato ad acquistarlo, sembrava che il centrocampista potesse trovare maggiore spazio in squadra.

In realtà, fino ad ora, il giocatore non è mai partito titolare, ha totalizzato soltanto una manciata di minuti e sembra non essersi integrato perfettamente nei nuovi meccanismi e moduli della squadra. Nelle poche apparizioni che l’hanno visto partecipe, non si è fatto distinguere per tecnica e classe accapparrandosi anche qualche fischio del pubblico di San Siro, abbastanza scettico su questo acquisto.

Eppure questo giocatore, dotato di un ottimo piede mancino e di facilità di corsa, è eclettico in quanto può andare a ricoprire sia il ruolo di mezz’ala che quello di esterno alto o basso. Se mister Allegri decidesse di dargli fiducia e di schierarlo dal primo minuto, si potrebbe cercare di trovare un sistema di gioco che favorisca i suoi cross per la testa di Pazzini. E’ forse ancora troppo presto per i giudizi e le valutazioni ma, nell’ormai spento pubblico milanista, la pazienza ormai è finita: in loro aleggiano i fantasmi dei vari Traorè, Taiwo e difficilmente sarà visto di buon occhio. Sarà capace di farci cambiare idea?

Siamo su Google News: tutte le news sul Milan CLICCA QUI

Preferenze privacy