Abbiati: “Oggi è colpa nostra, dobbiamo ripartire dal secondo tempo”

Christian Abbiati è tornato definitivamente tra i pali dopo un mese dove Amelia ha messo in discussione la sua posizione. Tre gol quelli di oggi sui quali il portiere rossonero non ha colpe: due tiri ravvicinati e una conclusione alla Del Piero. Nel post-partita, a Milan Channel, Abbiati ha voluto alzare la voce per dare una scossa alla squadra: “Se giochi nel Milan non giochi per fare la presenza: chi gioca nel Milan gioca per vincere”.

“Quest’anno è una situazione particolare, -continua Abbiati-, ed è anche colpa nostra: anche oggi, secondo me, siamo entrati con uno spirito diverso. Lo spirito del secondo tempo è quello da cui ripartire. Penso sia un peccato aver perso oggi. Venivamo da prestazioni buone con risultati esaltanti. Anche con il Malaga avevamo ripreso la partita ma lì andò meglio. La Fiorentina è molto forte e forse ci è mancato un po’ di smalto. Allegri? Non è il mister che deve dare la scossa. Nesta? Non ero dell’umore giusto, l’ho solo salutato e basta“.

LEGGI ANCHE:  Obiettivo Thiaw: la strategia dei rossoneri

Twitter: @SBasil_10

Siamo su Google News: tutte le news sul Milan CLICCA QUI

Preferenze privacy