Ambro tentato dagli States, voci contrastanti sul possibile addio a giugno

Anche per Massimo Ambrosini a giugno potrebbe suonare l’ultima campanella rossonera. L’entourage del capitano del Milan, infatti, avrebbe già avviato contatti per trasferirsi negli Stati Uniti.

Secondo il Corriere dello Sport, Ambro ha deciso di dire addio al club di via Turati dalla fine della stagione in corso, la diciassettesima per lui. Il contratto, in scadenza proprio il 30 giugno 2013, con molta probabilità non sarà rinnovato. Al contrario, il giocatore si potrebbe trasferire in una squadra della MLS per almeno un paio di stagioni. Prima, però, potrebbe sfondare la soglia delle 500 gare ufficiali con la maglia del Milan, essendo ad oggi fermo a quota 472, ma con più di metà campionato da disputare, la Coppa Italia ed eventuali turni ad eliminazione diretta in Champions League.

Alla base delle scelte di Ambrosini non ci sarebbero solo il fattore anagrafico e la voglia di provare un’esperienza estera. La gestione dello spogliatoio, infatti, sembra essere stata più problematica del previsto, complici i risultati negativi di quest’avvio di stagione. Per la prima volta Ambro si è trovato da solo, senza i cosiddetti senatori. E nonostante l’ottimo legame coi giovani, soprattutto con Stephan El Shaarawy, i rimpianti per una figura come quella di Gennaro Gattuso non lo avrebbero messo di buon umore.

Siamo su Google News: tutte le news sul Milan CLICCA QUI

Preferenze privacy