SM ESCLUSIVO – Pancaro: “De Sciglio è uno dei più forti terzini italiani, domenica sera finisce…”

Share on facebook
Share on whatsapp
Share on twitter
Share on linkedin

Bandiera della Lazio. Due stagioni al Milan da protagonista. Un gol segnato la sera del 18 gennaio 2004 a Brescia, che, anche se molto in anticipo, volle dire quasi scudetto. Ha vinto tanto, tra Roma e Milano. Oggi fa il vice-allenatore di Dario Marcolin, in serie B, al Modena. È la prima esperienza in questo ruolo.

Se l’identikit ancora non vi è chiaro, stiamo parlando di Giuseppe Pancaro, classe 1971, al Milan nelle stagioni 2003/2004 e 2004/2005. In rossonero ha vinto una Supercoppa Europea, una Supercoppa Italiana (nel 2004, contro la sua ex-squadra) e uno scudetto. In due stagioni 39 presenze sulla fascia e 2 reti (quella al Brescia e una a San Siro al Messina il 22 settembre 2004). Pancaro ha rilasciato a SpazioMilan.it  un’ intervista esclusiva, in cui ha toccato vari argomenti, tutti ovviamente tinti di rossonero.

Dopo il pareggio in rimonta al San Paolo e la vittoria di Bruxelles, che cosa pensa del momento del Milan?
“Ritengo che rispetto a inizio stagione il Milan abbia trovato più continuità. Piano piano sta aumentando il morale della squadra e sta crescendo l’autostima, che è importantissima. Soprattutto dopo queste due ultime prove convincenti. Penso che il Milan possa tornare a dare soddisfazioni importanti ai suoi tifosi”.

Anche a partire da domenica sera? Come finisce secondo lei?
“Non lo so, per me Milan-Juventus allo stato attuale è una partita da tripla. Il Milan sta ritrovando condizione e carattere, ma la Juventus è forte e solida, è quella che ha fatto più punti di tutti nell’ultimo anno. In ogni caso sarà una bella partita”.

Tra Mexes, Bonera, Zapata, Yepes e Acerbi come centrali, e con Abate, Antonini e De Sciglio sulle fasce, Allegri non sembra ancora aver trovato la difesa titolare. E talvolta ha cambiato anche il modulo, passando alla difesa a 3. Cosa consiglierebbe ad Allegri per “trovare la quadra” del reparto difensivo?
“Non gli consiglierei nulla, Allegri è un bravissimo allenatore, non ha bisogno dei miei consigli. Bisogna solo lasciarlo lavorare”.

Da terzino a terzino, le piace De Sciglio?
“Sì. Sicuramente è uno dei più bravi terzini italiani in circolazione in questo momento. Il Milan punta su di lui facendolo giocare molto, e fa bene, perché è giovane e forte”.

L’anno prossimo la vedremo a San Siro per Milan-Modena?
“Non lo so, è ancora presto per dire se potremo andare in A. Qui si pensa solo alla prossima partita a Bari”.

L’ultima domanda: che cosa pensò subito dopo quella rete di testa su corner di Pirlo al Brescia, che regalò 3 punti d’oro sulla strada dello scudetto 2004?
“Ricordo che segnai sotto la curva ospiti, e dato che i tifosi mi avevano accolto benissimo fin dal primo giorno in cui arrivai al Milan, volli subito correre a festeggiare con loro. Quella esultanza fu un modo per ringraziarli”.

CONOSCI SPAZIOMILAN?

SpazioMilan è parte integrante del Nuovevoci Network di cui fanno parte Rompipallone.it, SpazioNapoli.it, SpazioInter.it e SpazioJ.it.

Con più di 4 milioni di follower sui social network il nostro progetto risulta uno dei più seguiti in Italia.

Le ultimissime

Seguici su Facebook