Thiago: “Il Milan in Champions era più temuto del PSG di oggi”

Da Milano a Parigi. Dal Milan, campione d’Europa per sette volte nella sua storia, al Paris Saint Germain, il cui proprietario ha allestito una squadra di campioni per provare a vincere in Francia e in Champions League. Thiago Silva è consapevole dei suoi nuovi obiettivi, ma non si sottrae dall’analizzare la differenza tra le due squadre. Lui che è stato un punto fermo del Milan. Lui che ha lasciato la maglia rossonera di fronte ad un’offerta irrinunciabile per sé e per il club di via Turati.

Il Milan era più temuto del PSG di oggi – ha affermato il difensore brasiliano a Inside Futbol -. I rossoneri, che hanno vinto sette volte la Champions League, erano davvero molto rispettati. La considerazione te la guadagni sul campo, con le vittorie, non con i soldi o con gli acquisti milionari“. Da qui la considerazione: “Noi non disputavamo questa competizione da non so quanti anni, perciò la gente non ha ancora questo rispetto nei nostri confronti. Stiamo lavorando duramente per vincere e conquistarci questo rispetto da parte dei nostri avversari“.

Insomma, un obiettivo ambizioso. E Thiago non riparte proprio da una situazione psicologica a mille, visto che è stato proprio lui a fallire un rigore nella lotteria persa 5-3 dal PSG contro il Saint Etienne in Coppa di Francia. Lotteria che è costata l’eliminazione alla squadra allenata da Carlo Ancelotti.

Siamo su Google News: tutte le news sul Milan CLICCA QUI

Preferenze privacy