Giovane e low cost: il Milan mette gli occhi su Tello

Giovane e low cost: il Milan mette gli occhi su Tello

Share on facebook
Share on whatsapp
Share on twitter
Share on linkedin

Dopo i tanti nomi usciti negli ultimi giorni e sempre in orbita Milan (Balotelli, Torres, Quagliarella, ndr), spunta un altro attaccante che potrebbe far comodo nei nuovi schemi di Allegri: stiamo parlando di Tello, attaccante spagnolo in forza al Barcellona. Il ragazzo, che ha compiuto 21 anni lo scorso 11 agosto, è in rotta con il club blaugrana e Vilanova che non gli sta garantendo molto spazio: se infatti l’anno scorso l’abbiamo potuto apprezzare in Spagna e in Europa (giocò, subentrando, i quarti di finale di andata proprio contro il Milan), quest’anno il rapposto col club spagnolo si è inclinato. Ed è per questo che Galliani si sta portando avanti.

Classe ’91, Tello rappresenterebbe quella variante tecnico-tattica che Allegri chiede da giugno: un esterno d’attacco capace di cambiare passo quando serve e di ripiegare all’occorrenza, un vice-El Shaarawy quando questo, inevitabilmente, calerà nel suo strepitoso rendimento. Tello potrebbe essere utilizzato come terzo attaccante di sinistra, seppur sia destro, nel 4-2-3-1 su cui Allegri ha molto insistito nella prima parte della stagione, garantendo velocità e concretezza a una zona del campo che, escludendo il Faraone, non ha altri interpreti nella rosa rossonera. Emanuelson e Bojan sono stati adattati, ma non convincono e spingono il Milan sul mercato di gennaio.

Ed è proprio sull’onda dell’operazione Bojan che si muove Galliani: un prestito fino giugno con riscatto fissato a 10 milioni. Tello piace, il prezzo è accessibile e la giovane età del ragazzo garantisce sicurezza: qualcosa, a gennaio, accadrà.

Twitter: @SBasil_10

CONOSCI SPAZIOMILAN?

SpazioMilan è parte integrante del Nuovevoci Network di cui fanno parte Rompipallone.it, SpazioNapoli.it, SpazioInter.it e SpazioJ.it.

Con più di 4 milioni di follower sui social network il nostro progetto risulta uno dei più seguiti in Italia.

Le ultimissime

Seguici su Facebook

Preferenze privacy