Ag. Abate e Antonini: “Cessioni? Per ora solo contatti preliminari”

small_110928-231404_BAS280911spo_0093Le strade del Milan e di Ignazio Abate potrebbero presto separarsi. Da ieri, infatti, si rincorrono incessantemente le voci che vorrebbero il terzino rossonero in procinto di lasciare Milano, destinazione Zenit San Pietroburgo, alla corte di Spalletti. Il Milan avrebbe già rifiutato la prima offerta del club russo (intorno ai 10 milioni), ma la pista resta comunque calda e in settimana avverrà l‘incontro decisivo tra l’agente del giocatore e la dirigenza rossonera.

Proprio l’agente del terzino, Andrea D’Amico, è intervenuto ai microfoni di SportItalia per chiarire la situazione del suo assistito: Abate-Zenit? Sono solo contatti preliminari, bisogna lavorare ancora. Lo Zenit conosce molto bene il giocatore, l’interesse è stato manifestato. Cifre? Non è un problema economico”. Per Abate, infatti, sarebbe pronto un contratto da 2,5 milioni a stagione, fino al 2017. Una proposta allettante per il giocatore, che non sarà tuttavia presa in considerazione dal Milan se lo Zenit non alzerà la cifra dell’offerta finale. Tra i nomi dei possibili partenti, c’è anche quello di Luca Antonini, rappresentato dallo stesso D’Amico: Antonini? E’ in scadenza nel 2015, le trattative contrattuali anche in questo caso vengono dopo gli accordi con le società. In questo momento tutte le società ascoltano le proposte che arrivano, credo anche il Barcellona. Credo sia una cosa normale e Antonini può riscontrare diversi interessamenti ma è prematuro dire dove andrà”.

Se entrambi i terzini made in Milanello, faranno le valigie, il Milan dovrà inevitabilmente muoversi sul mercato per andare a rimpiazzarli: con Vilà fermo ai box e Mesbah in partenza, sarebbe infatti impensabile restare con i soli De Sciglio e Constant. Tanti i nomi dei possibili sostituti, in primis quelli di Zaccardo e Santon, nelle ultime ore fortemente accostati ai colori rossoneri.

Siamo su Google News: tutte le news sul Milan CLICCA QUI

Preferenze privacy