Biglia, non si presenta al ritiro e fa “scoppiare” un altro derby

Anderlecht  Vs AEK AthensCosa c’è di più bello quando apre il mercato che in concorrenza per arrivare ad un giocatore ci sono le due squadre della stessa città? Inter e Milan di nuovo di fronte per l’ennesimo derby di mercato. Questa volta l’interessato è il centrocampista argentino classe ’86 dell’Anderlecht Lucas Biglia. Il giocatore in scadenza a Giugno ha già fatto sapere che la sua intenzione è quella di andare via dalla Jupiler Pro League con destinazione assai gradita la Serie A.

Per ora però niente di concreto: a rivelarlo è il suo agente Enzo Montepaone. Così si esprime sulla situazione di Biglia:  “Al momento solo squadre russe o cinesi potrebbero pagare 8 milioni di euro per un giocatore come Lucas, che però non è convinto a proseguire la carriera in queste destinazioni. Su di lui ci sono interessamenti dall’Italia e dall’Inghilterra, ma al momento si tratta soltanto di curiosità”.

Curiosità per Biglia e curiosità su Biglia. Curioso è, come dice una nota apparsa sul sito dell’Anderlecht, che Lucas Biglia non si sia presentato al rientro dalle vacanze natalizie per il ritiro previsto in Turchia. Questa sarebbe una scelta al fine di spingere la società belga a venderlo già nel mercato di Gennaio. La società ha esposto questo comunicato: “La dirigenza del club non è riuscita ad entrare in contatto con Biglia e il suo agente”. E ancora “Oggi l’Anderlecht si è rimesso ai suoi avvocati per tutelare i propri diritti”.

Il Milan è un passo avanti a tutti per ora, anche se Arsenal e Inter seguono molto da vicino il giocatore. Chi si muoverà per primo sarà molto avvantaggiato in quanto si sta trattando un giocatore che ha già in pratica deciso che non giocherà più per il suo attuale club. Berlusconi ha spinto Galliani ad afferrare al volo le offerte che capitano soprattutto se si tratta di giocatori di qualità come Biglia, quindi non sarebbe improbabile un assalto al mediano nei prossimi giorni.

Siamo su Google News: tutte le news sul Milan CLICCA QUI

Preferenze privacy