Ibra perde smalto: “In Francia sono invecchiato dieci anni”

France SoccerRiecco Zlatan Ibrahimovic. Mai banale, mai privo di spunti per far parlare i media di tutto il mondo. Dal ritiro di Doha del PSG, l’attaccante svedese ha parlato a 360 gradi del momento personale e della squadra.

In tre mesi sono invecchiato dieci anni – ha affermato Ibra -. Mi era stato detto che ci sarebbero state meno pressioni, ma non è così. Si parla molto di noi, significa che siamo importanti”. Quindi: “Fare gol è il mio mestiere e intorno a me ho grandi compagni di squadra che mi aiutano molto – ha proseguito – E’ vero, ho segnato molti gol dal mio arrivo a Parigi e spero che continui. Nel 2013 voglio che le mie statistiche siano sempre buone. Nel calcio può succedere qualsiasi cosa, la squadra più forte può anche perdere. Siamo solo all’inizio del nostro progetto, vogliamo vincere tutto e fare la storia“.

Poi due parole sull’ultimo arrivato in casa PSG, il brasiliano Lucas: “E’ un giocatore fantastico, molto veloce, lo conosco già perchè l’ho affrontato con la Svezia. Darà un grosso aiuto alla squadra”. E sul campionato della squadra allenata da Carlo Ancelotti: “Si impara molto di più dalle sconfitte – ha spiegato l’ex milanista -. Dopo aver perso una serie di partite la squadra si è resa conto che questo non era accettabile. Abbiamo fatto delle scelte tattiche nuove e abbiamo lavorato duro”.

Siamo su Google News: tutte le news sul Milan CLICCA QUI

Preferenze privacy