La stampa inglese sicura: Mario Balotelli al Milan già a gennaio

La stampa inglese sicura: Mario Balotelli al Milan già a gennaio


BalotelliNonostante le parole del presidente del Milan Sivio Berlusconi su Balotelli: “È una mela marcia“, il talento italiano sembra molto vicino all’approdo in rossonero, almeno così scrivono in Inghilterra. Tutti i maggiori quotidiani inglesi danno per fatto l’arrivo a Milanello di SuperMario.

L’unica incertezza sta nelle cifre, Il Sun scrive che il Manchester City accetterebbe un’offerta non inferiore ai 24 milioni di sterline, il Mirror invece crede che l’affare si chiuderà attorno ai 15 milioni mentre il Daily Mail sceglie una via di mezzo, 20 milioni. L’affare Balotelli è legato alla cessione di Robinho da dove verranno ricavati i soldi per comprare l’attaccante dei Citizens.

Di certo non c’è ancora nulla ma di Balotelli in Inghilterra non vogliono più sentirne parlare, dopo l’ennesima lite con Roberto Mancini nessuno al Manchester City vuole più difendere il numero 45. Il Milan sarà pronto a scommettere così tanti soldi su Mario? Il talento non è in discussione ma, ora come ora, non si può affidare una squadra di vertice a Balotelli, Galliani e lo spogliatoio dovranno cercare di tenere a bada SuperMario, City permettendo.

Twitter: @LorenzoTurati92

Chi Siamo

Spazio Milan è un giornale online in cui troverai sempre le ultimissime news sull'AC Milan, foto, calciomercato, video, magazine, informazioni utili, prezzi dei biglietti e orari di mezzi di trasporto per San Siro.

Nuovevoci

Appendice sportiva della testata giornalistica "Nuovevoci" - Aut. Tribunale di Torre Annunziata n. 3 del 10/02/2011

Direttore responsabile: Pasquale Giacometti

Coordinatore editoriale "SpazioMilan.it": Luca Forte

Iscrizione al Registro degli Operatori per la Comunicazione n. 22640, autorizzazione della Lega Serie A all’esercizio della cronaca audio/video.

Testata non ufficiale e non autorizzata da AC Milan

Contatti: ufficiostampa@nuovevoci.it

Copyright © 2015 Cierre Media Srl

Preferenze privacy