Lucci (ag. Mesbah): “Situazione in stand-by, in settimana incontro Galliani”

Share on facebook
Share on whatsapp
Share on linkedin
Share on twitter

MesbahAumentano di giorno in giorno le pretendenti per Djamel Mesbah. Proprio nella giornata di ieri, avevamo posto all’attenzione la trattativa fallita con il Napoli per lo scambio con Dossena, ritenendo che, con il Palermo che ha acquistato proprio l’esterno partenopeo, sia il Torino la squadra più vicina al terzino algerino, ormai destinato a fare le valigie in questa sessione di calciomercato.

Nelle scorse ore, sono trapelate delle indiscrezioni che vorrebbero gli inserimenti di due compagini nostrane, per le quali il numero 15 rossonero potrebbe costituire una buona alternativa. Stiamo parlando della Sampdoria e della Fiorentina: la compagine di Delio Rossi, sarebbe interessata a Mesbah, dato che i terzini sinistri blucerchiati Poulsen e Costa non avrebbero convinto appieno il neo tecnico. La formazione gigliata, invece, vorrebbe l’algerino come vice-Pasqual, in virtù del fatto che Llama, che attualmente ricopre quel “ruolo” alla corte di Montella, avrebbe chiesto a Della Valle di essere ceduto per giocare di più. La trattativa, per ora allo stadio embrionale, potrebbe essere favorita dagli ottimi rapporti intercorrenti tra il ds toscano Pradè e il procuratore di Mesbah, Alessandro Lucci, che in estate ha portato ai viola i suoi assistiti Cuadrado e Tomovic.

Proprio Lucci, che in passato fu agente dell’indimenticato Serginho, ha parlato del suo assistito: La sua situazione in questo momento è ferma, perché il ragazzo è partito per l’Algeria. E’ un ottimo calciatore, è andato in un club prestigioso come il Milan e ha saputo gestire la situazione. A luglio aveva diverse possibilità, sulle sue tracce c’era soprattutto il Palermo, poi l’operazione non s’è chiusa, ma non per causa nostra. La prossima settimana incontrerò i dirigenti del Milan e faremo il punto sul mercato. L’unico problema è che lui a causa della Coppa d’Africa non è disponibile per 30-45 giorni, quindi vedremo quali sono le prospettive per Djamel”.