Parola d’ordine: duttilità. Riecco Emanuelson

emanuelson milan-genoa (SpazioMilan)Per la sfida odierna di Coppa Italia contro la Juventus allo Juventus Stadium di Torino si dovrebbe rivedere in campo dal primo minuto Urby Emanuelson. Non si vedeva correre il numero 28 sulla fascia laterale rossonera, proprio dall’ultima sfida di Coppa Italia a San Siro contro la Reggina del 14 dicembre scorso. La partita finì 3-0 per i rossoneri con le reti di Yepes e Niang propiziate da due assist dell’olandese e la rete nel finale siglata da Pazzini.

Da quella partita in poi, Massimiliano Allegri ha preferito tenere a riposo forzato il giocatore per la sfide di campionato contro Pescara, Roma e Siena. La curiosità è che nella partita contro la Reggina, il calciatore si era distinto esprimendosi in maniera più che positiva: oltre ai due assist, aveva confermato la sua duttilità cambiando tre posizioni nell’arco dell’intera partita (mezzala sinistra nel 4-3-3 ed esterno prima destro e poi sinistro sulla trequarti nel 4-2-3-1). Nelle tre gare successive il modulo non è cambiato, ma Emanuelson non ha trovato più spazio in campo né nel tridente offensivo né nella linea mediana.

Contro la Juventus, Emanuelson dovrebbe giocare nella posizione in cui non ha brillato Boateng Sabato sera contro il Siena: in attacco a supporto di Pazzini centrale e con  El Shaarawy sulla fascia opposta. Per l’olandese potrebbe essere il palcoscenico giusto e l’occasione migliore per riguadagnarsi la fiducia dell’allenatore e magari un posto da titolare in un Milan che sembra avere poche certezze e pochi titolari fissi in campo.

Siamo su Google News: tutte le news sul Milan CLICCA QUI

Preferenze privacy