Zaccardo e Lodi: poco "young" o poco "top", basta che... bastino

Zaccardo e Lodi: poco “young” o poco “top”, basta che… bastino


zaccardoServirebbe in difesa, ha pretendenti in attacco, ma alla fine si trascura puntualmente che necessiterebbe a centrocampo. Il top player, pardon, “top young” che dovrebbe animare il mercato in entrata per questo gennaio rossonero continua a celarsi dietro a tanti, troppi nomi e a poche, se non nessuna certezza. Chiuso per giugno l’affare Riccardo Saponara, talentino classe ’91 dell’Empoli che appena ha sentito “Milan” si è messo a piangere di gioia davanti ai suoi compagni, prosegue la ricerca di elementi che, parole di Adriano Galliani, rientrino “nei parametri della nuova politica che stiamo seguendo”. Una politica idealmente chiara: massimo 23 anni (21, per Berlusconi), duttile, possibilmente non ancora esploso, meglio ancora se esploso ma miracolosamente a basso prezzo. Un po’ come in quelle boutique dove si cercano giovani con esperienza e possibilmente con poche pretese.

Scherzi a parte (e con ciò ne approfittiamo per accantonare anche i vari Balotelli, Destro e Strootman) c’è da sottolineare un fervente mercato che coinvolge esterni bassi in entrata, ma anche in uscita. Dopo le ipotesi Zenit per Abate e Galatasaray per Antonini, con tanto di visita del presidente turco Unal Aysal in via Turati, il sogno di Adriano Galliani sta davvero per prendere forma: Djamel Mesbah avrebbe accolto di buon grado l’ipotesi Parma e lo scambio che porterebbe in rossonero il girovago Zaccardo, terzino destro impiegabile anche come centrale e, urge ricordarlo, campione del mondo a Germania 2006. Campione, sì, ma poco “young”: la classe ’81 parla chiaro. Tutto questo senza dimenticare la suggestione Santon dal Newcastle che, tuttavia, prevederebbe un esborso attorno ai 7 milioni. Troppo per questo Milan. Troppo, forse, anche per il valore dello stesso ex Inter, rigenerato sì, ma non fino a questo punto.

Venendo al tallone d’Achille, il più evidente della truppa di Allegri, il falso allarme Boateng-Galatasaray (i turchi, infatti, chiuderanno a breve per Sneijder) lascia ugualmente aperti alcuni spiragli nel “New Deal” della mediana: altro “top young” fuori età alla ribalta, con l’annunciato derby milanese per Ciccio Lodi dal Catania che i rossoneri potrebbero lasciare in partenza ai cugini solo se si concretizzasse una nuova pista fortemente voluta dal Conte Max. Stiamo parlando di Andrea Poli, alternativa…

alla prima scelta Nainggolan e le cui voci si stanno intensificando dopo l’ennesimo infortunio ai danni di Sulley Muntari, senza dimenticare il già lungodegente Nigel De Jong. Classe ’89, non nuovo all’ombra della Madonnina, per lui sono previste due strade: l’acquisto definitivo a 6 milioni di euro circa oppure il prestito con diritto di riscatto fissato attorno ai 5 milioni. Comunque vada, occorre dirlo per onestà intellettuale, sempre “very young” ma molto lontani dal top. Basterà?

(Christian Pradelli per IlSussidiario.net)

Chi Siamo

Spazio Milan è un giornale online in cui troverai sempre le ultimissime news sull'AC Milan, foto, calciomercato, video, magazine, informazioni utili, prezzi dei biglietti e orari di mezzi di trasporto per San Siro.

Nuovevoci

Appendice sportiva della testata giornalistica "Nuovevoci" - Aut. Tribunale di Torre Annunziata n. 3 del 10/02/2011

Direttore responsabile: Pasquale Giacometti

Coordinatore editoriale "SpazioMilan.it": Luca Forte

Iscrizione al Registro degli Operatori per la Comunicazione n. 22640, autorizzazione della Lega Serie A all’esercizio della cronaca audio/video.

Testata non ufficiale e non autorizzata da AC Milan

Contatti: ufficiostampa@nuovevoci.it

Copyright © 2015 Cierre Media Srl

Preferenze privacy