Come SM anticipato, la Primavera dall’anno prossimo sarà di Inzaghi. Per Dolcetti un ruolo al fianco di Allegri come coordinatore

dolcetti spaziomilanLo ha scritto il Corriere della Sera in anteprima, noi di SpazioMilan ve lo abbiamo raccontato in esclusiva in ogni dettaglio, lo ha confermato anche la Gazzetta dello Sport. Dall’anno prossimo il nuovo allenatore della Primavera rossonera sarà Filippo Inzaghi, che verrà promosso dopo un anno da allenatore degli Allievi Nazionali.

Prenderà il posto di Aldo Dolcetti, mister della Primavera dal 2011/2012, dopo aver ricoperto il ruolo di responsabile dell’area tecnico-tattica del settore giovanile del Milan, che comunque rimarrà nell’ambiente con una carica di spicco e da protagonista: quella di coordinatore tecnico a fianco di Allegri, con il compito di fare da collante tra la Prima Squadra e le giovanili, in perfetto stile Barcellona. Al suo posto SuperPippo, voluto fortemente da Galliani che ha spinto in primissima persona per accelerare il “progetto Inzaghi” chelo vedrebbe tra pochi anni allenatore del Milan Prima Squadra.

Dopo due anni di lavoro proficuo, puntiglioso ed intelligente, avendo riportato la Primavera a competere su tutti i fronti (si è appena concluso una Viareggio Cup entusiasmante e quasi perfetta), Dolcetti passa il testimone ad Inzaghi, ma rimarrà nell’ambiente rossonero come figura di riferimento importante. La linea verde del Milan comincia a diventare sempre più marcata.

Siamo su Google News: tutte le news sul Milan CLICCA QUI

Preferenze privacy