Il vento è a favore, lo dice anche l’infermeria: la situazione

De Jong con El Shaarawy (spaziomilan)Prima che sia troppo tardi, scongiuri permettendo, un commerciale pubblicitario di qualche rivista di salute potrebbe approfittarne e ingaggiare qualche elemento della rosa del Milan per dedicargli una copertina. Con una sorta di titolo ad effetto del tipo “Giovani e in forma”. Si, perché raramente si era vista l’infermeria rossonera così vuota come oggi.

Dopo un periodo a dir poco sfortunato, è rientrato nei ranghi Daniele Bonera, colpito da un problema muscolare a novembre con tanto di ricaduta ai primi di gennaio. E’ tornato Massimo Ambrosini, che si era fatto male contro la Juventus in Coppa Italia. Arrivato acciaccato nell’ultimo giorno di mercato, anche Bartosz Salamon è pienamente a disposizione di Massimiliano Allegri. Così com’è noto il recupero di Giampaolo Pazzini. E da ieri sono in gruppo anche Mathieu Flamini e Robinho. Per sabato sono da valutare solo le condizioni di Kevin Constant, che aveva saltato il derby per un problema segnalato solo il giorno precedente. Insomma, c’è salute in casa Milan, dove solo due elementi, per ora, restano ai margini per problemi fisici.

Si tratta di Nigel De Jong e Didac Vilà. Il centrocampista olandese, fuori dal 9 dicembre per la rottura del tendine d’Achille, ha fatto intendere di poterci essere al massimo per una eventuale finale di Champions League a maggio inoltrato. Il terzino spagnolo, invece, non è mai stato a disposizione di Allegri in questa stagione per la pubalgia cronica che gli ha fatto saltare la scorsa estate il trasferimento al Valencia.
Nel complesso, buone notizie in vista di due mesi da giocare al massimo.

Siamo su Google News: tutte le news sul Milan CLICCA QUI

Preferenze privacy