Noceri-no, l’intoccabile che deve guadagnarsi la (ri)conferma

nocerino (spaziomilan)Un’altra prestazione incolore, forse meno delle ultime volte, ma Antonio Nocerino continua a fornire prestazioni al di sotto delle aspettative, continua a non essere l’arma in più della compagine di Allegri, continua a deludere le attese. Stessa storia anche nel derby dove, vedendo anche il parere degli esperti, è stato uno dei pochi a non brillare. Forse perché ci aveva abituato troppo bene…

Ormai, se sembra essere troppo ingeneroso usare il termine “peso”, senza ombra di dubbio il napoletano non è più il titolare inamovibile della scorsa stagione. Eppure, dopo una prima parte di stagione disastrosa, nel mese di dicembre le sue prove e i suoi due gol consecutivi contro Torino e Pescara lasciavano presagire un risveglio, un riscatto. Ma poi nel 2013 sono tornate le insufficienze.

L’infortunio di Flamini, la necessità di far rifiatare Ambrosini e tenerlo caldo per Barcellona, l’avanzamento di Boateng in prima linea, hanno permesso al “Noce” di avere un’altra possibilità in una gara come il derby. Opportunità non sfruttata a dovere ed allora gerarchie a centrocampo che sembrano davvero essere cambiate. Con Montolivo intoccabile, o da centrale o da mezz’ala non fa differenza, Muntari che sembra essere tornata la prima scelta per Mister Allegri, l’altro posto fra i tre a centrocampo sembra essere una questione fra Flamini, appena tornerà a disposizione, e Ambrosini.

In realtà, c’è ancora uno scorcio di stagione per dimostrare di essere da Milan, mesi in cui si può far capire a tutti che i giudizi dell’anno scorso non erano sbagliati e ci si può guadagnare anche la conferma per la prossima stagione.

Siamo su Google News: tutte le news sul Milan CLICCA QUI

Preferenze privacy