Raiola: “Mario da 10 se avesse fatto gol. A causa della febbre gli mancava quel 2% per essere fresco”

130451 Mario Balotelli con il suo procuratore Mino RaiolaA “La politica nel pallone” è intervenuto Mino Raiola, agente di Super Mario Balotelli. Nell’intervista ha parlato proprio del numero 45 rossonero sottolineando quanto di buono fatto sul campo nel derby milanese e tralasciando le inutili polemiche dovute alle provocazioni dei tifosi interisti rivolte all’attaccante della nazionale italiana. Rilascia anche una importante notizia circa le condizioni di salute di Balo che a quanto pare sarebbe sceso in campo con qualche linea di febbre.

“Era una partita importante ma l’ha vissuta come tutte le altre. Aveva 38 di febbre ma si è comportato bene, soprattutto nel primo tempo, gli è mancato il gol ma è andato tutto bene. Era molto tranquillo, sereno“. Questa la valutazione generale del procuratore sul gioco espresso dal suo assistito. Ha poi continuato: “A causa della febbre gli mancava quel 2 per cento per essere fresco in certe situazioni e Handanovic nel primo tempo ha fatto 2-3 miracoli“.

Super Mario promosso dunque? Per Raiola sì: Che voto gli darei? Se avesse fatto gol era da 10, ma per come l’ha vissuto, per come si è preparato, per la serenità e la concentrazione che ha avuto, per me è stato da 9“. Forse una valutazione di parte ma il primo tempo del ragazzo è stato più che sufficiente, calando, e di molto, via via che passavano i minuti. Raiola comunque si conferma re nell’elogiare i suoi assititi, e se poi si parla di Balo, guai a chi lo critica!

Siamo su Google News: tutte le news sul Milan CLICCA QUI

Preferenze privacy