SM ESCLUSIVO/ Galeone: “Mi aspettavo un grande Milan, Max e i ragazzi erano molto sereni. Secondo posto? E’ alla portata…”

galeone“I meriti di Allegri sono sotto gli occhi di tutti”. Pur non essendo riuscito a godersi lo spettacolo dalla tribuna di San Siro, Giovanni Galeone non si è perso nemmeno un secondo dell’impresa del Milan contro il Barcellona. In virtù di un profondo legame, professionale e umano, col suo “pupillo” Max.

Mister, è d’accordo se diciamo che è stata la serata della definitiva rivincita di Allegri sui critici?
“Lui era molto tranquillo prima di questa partita. Ha preparato la gara in maniera perfetta, con grande intensità, senza sbavature. Ho visto un Milan molto quadrato in campo e i meriti di Max sono lampanti”.

Eppure arriva da mesi in continuo “bilico”.
“I primi mesi di questa stagione senz’altro, ma si aspettava di andare incontro a delle difficoltà, avendo cambiato tanto. Ora sta raccogliendo i frutti di un lavoro serio e paziente”.

Vi eravate sentiti prima della partita di ieri?
“Ero stato a Milanello la scorsa settimana e ci siamo sentiti il giorno prima della gara contro il Barcellona. Sono rimasto colpito dalla serenità dei suoi ragazzi, consapevoli della delicatezza del match, ma convinti di poter fare qualcosa di buono”.

Quali sono stati gli elementi più decisivi della svolta?
“La crescita di El Shaarawy prima e Niang dopo, insieme all’inserimento di Balotelli. Ma questo forse è scontato. Più che tutto io sottolineo ora il recupero progressivo di Zapata, che finalmente mi sembra il giocatore che avevo avuto a Udine, e Muntari. Poi Max è bravo a cambiare, se necessario, vedi l’impiego di Boateng come mediano”.

Arriva il derby, quanto peserà l’impegno di ieri sera?
“Non credo che il Milan accuserà contraccolpi sul piano fisico. Lo sforzo è stato più mentale. Mi aspetto un’altra grande partita”.

I milanisti possono sperare in qualcosa di più del terzo posto?
“La Lazio e il Napoli mi hanno sorpreso molto. Al contrario, mi aspettavo di più dalla Roma. Credo che il Milan possa puntare a insidiare il secondo posto del Napoli, mentre la rincorsa sulla Juve mi sembra francamente improbabile”.

Così, però, bruciano di più i punti persi in avvio di campionato.
“Mi rammaricherei più per i mancati pareggi. Con Sampdoria, Atalanta, Udinese e Inter si poteva portare a casa un punto e ora saremmo ad analizzare una posizione ancora migliore”.

Che Milan lascerebbe Allegri, se dovesse salutare a fine stagione?
“Ma perchè dovrebbe lasciare? Non vedo proprio le condizioni…”.

Siamo su Google News: tutte le news sul Milan CLICCA QUI

Preferenze privacy