Carica Paloschi: “Se sabato segno, esulto”

Share on facebook
Share on whatsapp
Share on linkedin
Share on twitter

paloschiDopo Acerbi, un altro ex rossonero al momento in forza al Chievo è intervenuto a mezzo stampa per analizzare la sfida di sabato pomeriggio. Stiamo parlando di Alberto Paloschi, l’eterno “discepolo” di Pippo Inzaghi in attesa ancora della consacrazione. Intervistato da L’Arena, ecco cosa l’attaccante di Montichiari si aspetta dalla partita contro il Milan: “Cerco di fare il bene del Chievo. Spero che un mio eventuale gol possa portare punti. Perché questo ci permetterebbe di arrivare il prima possibile a quota 40. Poi non si sa quello che succederà“.

Si arriva poi a parlare del suo futuro e della sua possibile permanenza a Verona: “Sarei molto contento se fosse così. Perché Chievo è una piazza importante per crescere e perché c’è molta fiducia in noi“. Parole al miele per un rossonero di oggi: “Un esempio per me? Penso ad El Shaarawy perché in poco tempo è riuscito a fare molti gol per il Milan, trascinando una grande squadra e trovando anche una maglia da titolare in Nazionale“.

E alla domanda su quale sia stato il momento più intenso della sua esperienza in rossonero, non può che rispondere così: ” L’esordio davanti a tutto. Ma oggi c’è il Chievo nei pensieri“. Tant’è che rivela: “Se segno, esulto. Mi manca il gol da molto tempo. E non vedo perché trattenere la gioia.