Ci vuole un fisico laziale

Share on facebook
Share on whatsapp
Share on linkedin
Share on twitter

pazzini spaziomilanSenza Balotelli e Mexes, il Milan cambia volto lasciando per un attimo da parte classe e tecnica per rispolverare invece fisico e malizia. Contro la Lazio sarà la gara di Pazzini e Yepes, due che ultimamente non hanno trovato molto spazio nell’undici titolare e che nelle gerarchie di Allegri hanno fatto qualche passo indietro. Questa sera però l’occasione è ghiotta per entrambi, una prestazione maiuscola metterebbe in difficoltà il tecnico nelle scelte e necessariamente significherebbe: più spazio (o almeno più considerazione).

Al “Pazzo” vengono chiesti gol ma non solo. Contro il Barcellona, pur senza essere incisivo in zona Valdes, l’ex Inter si è preso gli applausi grazie a quel lavoro sporco che ha garantito per tutti i minuti in cui è rimasto in campo. Meno spavaldo del compagno di reparto arrivado dal City a gennaio, il numero 11 ha tenuto botta facendo vedere muscoli e grinta. Anche lui freddo dal dischetto, anche lui determinante quando lo si chiama in causa.

Di Yepes, ormai senatore di un gruppo composto da tanti giovani, sappiamo già tutto. Non potrà mettere a disposizione la velocità, gravata da un fisico possente e un’età non più floridissima. Ma c’è tutto il resto. L’esperienza, la grinta, la voglia di combattere. La battaglia per il terzo posto si gioca anche qui. Sul campo di San Siro, questo è certo, ci saranno due veri combattenti.

Siamo su Google News: tutte le news sul Milan CLICCA QUI