La Florio (ag. El Shaarawy): “Anche l’Inter voleva il Faraone. Ogni anno aggiorneremo il contratto in base al rendimento”

el shaarawy allegri milan-lazio (spaziomilan)
Share on facebook
Share on whatsapp
Share on linkedin
Share on twitter

galliani la florioTra i tanti meriti che spesso si rischia di non riconoscere ad un procuratore c’è la capacità di convincere un suo assistito a mantenere i piedi ben saldi a terra. E’ quanto ha fatto finora, con ottimi risultati, Roberto La Florio con Stephan El Shaarawy nella stagione dell’esplosione del Faraone con la maglia del Milan, condita dal rinnovo contrattuale fino al 2018.

Oggi l’agente dell’attaccante rossonero ha svelato qualche piccolo retroscena: “C’erano molte squadre che lo volevano, come l’Inter, alcune inglesi e se non ricordo male anche il Barcellona, ma il Milan ha fatto un blitz ed è riuscito ad assicurarselo”, ha spiegato La Florio ai microfoni di Gr Parlamento durante la trasmissione radiofonica “La Politica Nel Pallone”.

Quindi sulla “linea young” intrapresa dalla società di via Turati: “Il Milan ha scelto questo programma sin dall’inizio, ogni anno il contratto viene aggiornato sulla scorta di quanto ha fatto nella stagione precedente. El Shaarawy ha due anni meno di Balotelli ed è giusto che guadagni meno, ma magari avrà un ingaggio al Top tra un po’ di tempo. Galliani intravedeva un grande potenziale in lui sin dall’inizio e si è comportato come fece con Kakà ed altri. Tra l’altro Kakà è sempre stato l’idolo del Faraone e per certi versi lo ricorda pure”.

Poi una domanda sulla presunta offerta del Napoli: “Galliani – ha puntualizzato l’agente del Faraone – non l’ha presa neanche in considerazione. Lo volevano anche altre squadre ma è rimasto”. Infine: “Nessuno si aspettava che avesse un rendimento del genere, significa che i giovani in Italia ci sono e vanno investiti solo di responsabilità. Le società hanno capito che non sempre pagava la scelta di prendere giocatori costosi all’estero. Per me bisognerebbe mettere in piedi il campionato delle seconde squadre, sarebbe meglio del campionato Primavera che non ha senso. I rossoneri hanno giovani di valore e fanno bene a puntare su di loro“.

Siamo su Google News: tutte le news sul Milan CLICCA QUI